“Ridateci il nostro Futuro! Il nostro Futuro è l’Italia!” sono queste le parole che sventolano sulla bandiera tricolore innalzata questa mattina davanti il Monumento dei Caduti in piazza d’Italia a Lecce, teatro di una manifestazione degli studenti.

A centinaia hanno risposto alla proposta nata dai rappresentanti degli istituti superiori di Lecce, che hanno voluto una manifestazione senza alcun colore politico separata da quella europea prevista per domani 14 novembre, contro le politiche di austerity e per ribadire la volontà di difendere la scuola e l’università.
Il corteo ha preso il via proprio da Porta San Biagio alle 9 di questa mattina, dopodiché si è diretto per le vie del centro, intasando il traffico prima tra via Trinchese e viale Cavallotti e poi su viale XXV Luglio. Un lungo giro che è concluso alle 12.00 in piazza d’Italia per innalzare la bandiera con il forte messaggio rivolto alle istituzioni e alle misure anti crisi che hanno piagato la nazione, penalizzando anche l’istruzione.
“La speranza è che si muova qualcosa”. Sono convinti i giovani studenti degli istituti che hanno partecipato questa mattina, la volontà di cambiare c’è ma manca il consenso delle istituzioni, a detta loro. E per questo i giovani salentini protestano, portando le proprie idee e soluzioni in piazza e mostrando una volontà ferrea che intende garantirsi un futuro.
Nonostante l’entusiasmo degli studenti, la manifestazione è stata totalmente pacifica, scortata dalle forze dell’ordine si è conclusa senza alcun problema, tranne quello di una mattina di traffico intenso per le vie leccesi.

[widgetkit id=116]

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + 13 =