“L’incontro a Brindisi di lunedì – dichiara il consigliere provinciale Alfonso Rampino – convocato dal sindaco Mimmo Consales, che ha coinvolto ben 17 dei 20 Comuni della provincia messapica, ha ridato fiato all’idea del “Grande Salento”.

Un documento di intenti sottoscritto all’unanimità, con esclusione di Fasano e Cisternino, ha espresso chiaramente la volontà di questi Comuni di rientrare nel più ampio ed ambizioso progetto della grande provincia salentina. Il territorio messapico rompe gli indugi e s’incammina così verso Lecce, ponendosi l’obiettivo di contribuire attivamente al governo di questa delicata fase di razionalizzazione del sistema degli Enti locali. La possibilità di realizzare concretamente quell’idea suggestiva del “Grande Salento”, promossa nel tempo da tutti i presidenti della Provincia di Lecce che si sono succeduti, è un’occasione da non lasciarsi sfuggire, come ribadito più volte dal Partito Democratico. La creazione del nuovo Ente porterebbe ad avere un territorio in grado di competere alla pari, per numero di abitanti e per estensione, con l’area metropolitana di Bari, potendo altresì avere una dotazione infrastrutturale “notevole”, costituita da ben 4 porti, 3 aeroporti, un polo tecnologico e di alta formazione, la Cittadella della Ricerca, l’Università del Salento, 3 poli museali. In questa sfida ambiziosa, il PD deve continuare ad essere attore protagonista, sollecitando un confronto di lungo respiro rispetto ad un centrodestra provinciale che in questa vicenda sta dimostrando inerzia e scarsa capacità di progettare il futuro del proprio territorio. Non lasciamo che il destino delle nostre comunità sia deciso da logiche ragionieristiche, contribuiamo con passione al ridisegno istituzionale del nostro territorio!”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 5 =