Riprende la “battaglia” portata avanti dall’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “E. Medi” (comunemente conosciuto come l’ex Industriale) e dall’Istituto Professionale per il Commercio – succursale di Galatina, che in questi anni sono stati promotori di una proposta che prevede l’accorpamento

di tutti gli istituti di istruzione secondaria superiore presenti sul territorio comunale. Tale richiesta, aveva già ottenuto nel 2011 un appoggio da parte dalla vecchia Amministrazione Comunale, guidata dall’ex Sindaco Franco Miceli, senza però ottenere un’attuazione della proposta. Per tanto, l’attuale Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Livio Nisi, ha voluto riprendere in mano la proposta avanzata dagli Istituti, e con la delibera di consiglio del 9 novembre 2012, l’Amministrazione comunale ha espresso il proprio intendimento unanime alla proposta di accorpamento degli istituti di istruzione secondaria superiore, quali IISS “E. Medi” e l’Istituto Professionale per il Commercio, proposta che sarà a breve consegnata alla Provincia di Lecce, cui compete il dimensionamento e riordino degli istituti di istruzione secondaria superiore.
L’iniziativa, richiesta principalmente dall’IISS “E. Medi”, ha riacquisito importanza per via delle nuove linee di indirizzo regionali per il dimensionamento della rete scolastica e per la programmazione dell’offerta formativa 2013-2014, che prevedono la tendenza ad orientarsi verso una media regionale di 900 alunni e che contengono gli standard per realizzare poli formativi radicati sul territorio comprendenti indirizzi omogenei, afferenti a diverse tipologie di istruzione (Licei, Tecnici, Professionali). Questo ha spinto l’Amministrazione Comunale ha dover riaccogliere e supportare nuovamente la richiesta avanzata alla Provincia dal Dirigente Prof. Luigi De Giorgi dell’IISS “E. MEDI”, il quale aveva dichiarato: “Il nostro intento è quello di creare un unico polo d’Istruzione Scolastica Superiore che sia forte e che contenga vaste scelte formative. Infatti, nel Comune di Galatone emerge dalle Famiglie, dagli Enti, dalle Associazioni, dal Sistema Produttivo la necessità di unificare tutte le istituzioni scolastiche superiori presenti nel territorio, al fine di garantire un dimensionamento della rete scolastica e una più idonea programmazione dell’Offerta Formativa. Per questo, l’aggregazione dell’Istituto Professionale di Galatone con il relativo Corso Serale al nostro Istituto “E. Medi” potrà consentire di costituire una filiera formativa con pluralità di scelte articolate a livello comunale, garantendo ai giovani una vasta gamma di indirizzi di studio anche in ambiti di diverso sapere (Licei, Tecnici e Professionali), con un’incidenza diretta sulla realtà locale e sulle esigenze socio-economiche del territorio”.
L’attuale assetto scolastico vede, infatti, la presenza a Galatone di due istituti di istruzione secondaria superiore, l’IISS “E. Medi”, quale istituto autonomo comprendente le sezioni del Liceo Scientifico – opzione scienze applicate – e il Tecnico industriale con indirizzi di informatica e telecomunicazione, elettronica ed elettrotecnica, grafica e comunicazione, e l’Istituto Professionale per il commercio, sezione staccata di Galatina. L’applicazione pratica delle linee d’indirizzo potrebbe, di fatto, significare per Galatone la cancellazione di una o, peggio ancora, di entrambe le realtà scolastiche presenti già in applicazione del solo limite dimensionale, dal momento che l’IISS Medi, contando un numero di 620 alunni, è vicino ai parametri minimi di riferimento.
Di qui la richiesta urgente da parte dell’Amministrazione affinché la Provincia di Lecce possa accogliere le motivazioni addotte per l’accorpamento dei due Istituti scolastici, tenendo conto che il Comune di Galatone rappresenta un polo di riconosciuta potenzialità cui deve corrispondere un’adeguata offerta formativa coerente con i bisogni della comunità e in grado di contrastare la dispersione scolastica.