Primo appuntamento per Strade Maestre, futuro anteriore la stagione teatrale 2012-2013 promossa da Cantieri Koreja, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Puglia, Provincia e Comune di Lecce che da anni porta a Lecce i più importanti nomi del panorama culturale contemporaneo, venerdì 30 novembre alle ore 20.45 con LA PAROLA PADRE il nuovo lavoro di Koreja con la regia di Gabriele Vacis che sta riscuotendo grande gradimento di pubblico e consensi dai critici teatrali più autorevoli.

In una scena dominata da un muro creato da boccioni di plastica che cade e si rialza, sei straordinarie attrici, tre italiane, una polacca, una bulgara, una macedone  raccontano il padre, i loro padri. Storie amare con i loro padri, storie di  rabbie, delusioni, violenze e paure. Storie d’amore con i loro padri piene di nostalgie, di sentimenti  e di affetto. Storie delle loro patrie perché la parola padre ha la stessa radice semantica della parola patria.

Le scenografia e le musiche selezionate da Roberto Tarasco sono esse stesse racconto.

La parola padre è un flusso avvolgente di emozioni, parole e immagini forti che commuovono il pubblico di giovani e adulti. Il teatro ritrova la sua funzione primordiale di specchio delle proprie paure, pulsioni e desideri.

A seguire, dopo lo spettacolo, la novità della stagione, Onda Salento,  un programma di 7 appuntamenti musicali dopospettacolo, curati da Gabriele Blandini, con ospiti d’eccezione. Serata d’apertura con Redi Hasa & Maria Mazzotta e il loro “Voce tra le corde”, progetto discografico e magma in cui dialogano voce e violoncello suggellati dalla perfezione di un incontro. Maria Mazzotta e Redi Hasa lasciano riaffiorare, fra memoria e spiritualità, le sonorità della tradizione balcanica e del Sud d’Italia rivitalizzate dal tocco impetuoso della loro ricerca espressiva.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − due =