È stata sorpresa all’interno dell’abitazione della cognata, che aveva chiesto aiuto ai carabinieri, mentre rovistava in camera da pranzo ed è stata arrestata. Si tratta di Surano Annarita 44enne di Copertino. È accaduto nella giornata di ieri verso le ore 10:30 a Porto Cesareo.

La vittima da tempo lamentava la sparizione in casa di piccole somme sin da agosto, senza però notare i segni di alcun tipo di effrazione o intrusione. Per questo motivo la donna, a metà settembre, aveva cambiato serratura alla porta d’ingresso. Ma i furti erano regolarmente continuati. Esausta ha chiesto aiuto ai carabinieri che hanno piazzato una telecamera all’interno della casa. Martedì sera l’amara scoperta: la cognata, la mattina, aveva prelevato 25 euro dal comodino del letto della vittima. Mercoledì è stata tesa la trappola: Surano Annarita è entrata in casa usando un doppione della chiave d’ingresso ed è stata poco dopo fermata dai carabinieri. Il danno complessivo pare ammonti a 5000 euro. Dietro il “furto continuato” sembrerebbe esserci una dipendenza da “Gratta e Vinci”, ormai sempre più diffusa. Inoltre dagli accertamenti effettuati, i carabinieri hanno scoperto che la 44enne era anche in possesso di una chiave dell’abitazione della cognata. La 44enne ora si trova agli arresti domiciliari.

 

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.