Tentano di rubare un autocarro ma vengono sorpresi dal proprietario. A quel punto cercano di dileguarsi ma la polizia li blocca e li arresta. Protagonisti della vicenda sono tre brindisini ed un rumeno, arrestati dagli agenti delle Volanti della Questura di Lecce.

Gli arrestati sono Pagano Luciano, 38enne, Livera Cosimo, 58enne, Carlucci Andrea, 20enne, e un rumeno, Andrea Florin. Tutti sono accusati di tentato furto aggravato, danneggiamento, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e resistenza all’arresto.
L’episodio è iniziato nelle prime ore di questa mattina, quando i 4 avevano tentato il furto di un autocarro in località “Caradonna”, agro di Lequile, ma alla vista del proprietario hanno cercato di dileguarsi. A qul punto veniva allertata la polizia che  provvedeva a posizionarsi sulle possibili vie di accesso alla città e, poco dopo, proprio sulla Tangenziale Ovest, nei pressi dello svincolo Monteroni-Arnesano, veniva avvistata la vettura, un SUV Nissan Qashqai di colore nero, privo di targa,  transitare a forte velocità.

La pattuglia si poneva, quindi, all’immediato inseguimento del SUV, segnalando al conducente, anche con l’ausilio dei segnali di emergenza, acustici e visivi, di fermarsi.

L’uomo, che nel tentativo di proseguire la fuga effettuava una serie di manovre azzardate, creando pericolo per se e per gli altri automobilisti, affiancato allo svincolo per Taranto, veniva costretto a fermare la sua corsa. A quel punto sia i 4 sia l’auto venivano perquisiti.  Nel corso del controllo venivano trovati, all’interno della tasca del giubbotto di uno degli fermati, uno “spadino” (arnese atto allo scasso, usato dai ladri di autoveicoli per forzare le serrature e mettere in moto i veicoli, ricavato artigianalmente da un coltello da cucina molato appropriatamente) e nella vettura numerosi altri arnesi propedeutici al furto ed allo scasso, quali:
–    Nr 1 cavo di acciaio lungo circa 8 mt.
–    Nr 1 torcia di colore nero
–    Nr 1 tenaglia in ferro della misura di 280mm
–    Nr 1 pinza con manici in plastica di colore rosso
–    Nr 1 pinza con manici in plastica di colore rosso.
–    Nr 1 trancia fili marca ARM lunga circa 20 cm con i manici di colore arancione.
–    Nr 1 cacciavite con punta a stella di colore nero e giallo
–    Nr 1 cacciavite con punta a stella di colore azzurro
–    Nr 1 cacciavite con punta a taglio di colore arancione e grigio
–    Nr 1 cacciavite con punta a taglio di colore arancione
–    Nr 1 cacciavite con punte intercambiabili taglio–croce di colore nero.
–    Nr 1 scalpello lungo circa 30 cm di colore arancione.
–    Nr 1 forbici di piccole dimensioni di colore viola e fucsia.
–    Nr 1 gancio traino
–    Nr 2 maniglioni in ferro.
–    Nr 1 chiave a stella e fissa d 13
–    Nr 1 paio di guanti da giardiniere di colore giallo.
–    Nr. 2 batterie da 12V 80Ah, probabilmente da utilizzare per mettere in moto la motopala che era priva di batterie.

Inoltre, un equipaggio delle Volanti effettuava un sopralluogo, unitamente a personale del Gabinetto di Polizia Scientifica, sul posto del tentato furto, rilevando che i malviventi avevano danneggiato dei tubi di irrigazione e manomesso l’impianto elettrico della motopala (oggetto del tentato furto) ed il suo nottolino di accensione, nonché rilevavano, sul terreno, delle impronte di pneumatici corrispondenti a quelle montate sul SUV Nissan.

Per tutto questo i quattro uomini sono stati accompagnati dietro le sbarre.

[widgetkit id=126]

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 5 =