Rammaricata per il verificarsi di questi incidenti sempre in concomitanza di temporali e di piogge abbondanti, l’Amministrazione Comunale di Lecce intende però precisare che ieri sia le telecamere che il dispositivo luminoso che indica il divieto di passaggio erano perfettamente funzionanti.

A mancare era soltanto la centralina, sottoposta a verifiche dopo l’ultimo incidente nel sottovia di viale Leopardi, così come stabilito sia dal perito nominato dal Tribunale di Lecce che dal consulente nominato dal Comune, intenzionati a individuare quale tipo di anomalia o guasto avesse fatto scattare i sensori di chiusura delle sbarre. I risultati, arrivati proprio qualche giorno fa, sono ora oggetto di analisi da parte dei periti.
Proprio a causa del maltempo, il Comando dei Vigili Urbani di Lecce presidiava la situazione attraverso i monitor collegati alle telecamere posizionate sul sottovia.
Altre squadre, invece, erano impegnate in una situazione critica verificatasi sul ponte per la via di Monteroni. Il loro intervento su viale Leopardi è stato tempestivo quando il livello dell’acqua ha raggiunto livelli di pericolosità, tanto da riuscire a liberare in tempi brevissimi l’auto in questione, con a bordo i due conducenti, che aveva però purtroppo già impegnato il sottopassaggio.
Molto presto, non appena i risultati saranno accertati e l’anomalia identificata, si potrà procedere al rimontaggio della centralina che dispone la chiusura delle sbarre.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.