Rimane in carcere Mattia Marzano, il 21enne di Galatone, ritenuto responsabile del ferimento di Marco Caracciolo. I giudici del Tribunale del Riesame hanno rigettato la richiesta di scarcerazione presentata e discussa dal suo avvocato difensore Roberto Aymone.

Le motivazioni non sono state ancora depositate ma è ragionevole supporre che la gravità dell’episodio e la presunta pericolosità di una sua scarcerazione abbiano convinto i giudici a non alleggerire la misura cautelare in carcere. Il ferimento di Marco Caracciolo avvenne dopo un violento alterco finito a pistolettate nei pressi del bar di proprietà del giovane. Marzano avrebbe raggiunto l’attività commerciale per vendicare un presunto affronto subito da un suo parente ma il chiarimento sarebbe presto degenerato in una rissa sfociata con l’esplosione di alcuni colpi di pistola. La versione del giovane, però, non venne ritenuta attendibile dal giudice per le indagini preliminari Carlo Cazzella che, dopo l’interrogatorio di convalida, spiccò un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Marzano. Il ferito, dopo alcuni giorni trascorsi in ospedale, è rientrato a casae le sue condizioni di salute non destano più preoccupazioni. La parte offesa è assistita dall’avvocato Donata Perrone.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 4 =