La loro storia era finita, ma lei continuava a non farsene una ragione. Ha tentato in tutti i modi di riavvicinarsi alla sua ex compagna: Facebook, Twitter, sms e telefonate, fino agli appostamenti ed alle minacce. Una storia di stalking tutta al femminile, che ha visto protagoniste due ragazze, poco più che ventenni, rispettivamente di Cutrofiano e Leverano.

La ragazza di Cutrofiano è stata sottoposta ad una misura cautelativa, che le impone il “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa nonché di comunicazione con la medesima con qualsiasi mezzo”. L’ordinanza è stata eseguita in mattinata dai carabinieri della stazione di Leverano, che hanno prima raccolto la denuncia per stalking della ex compagna della ragazza, e poi avviato una serie di accertamenti, che hanno confermato le accuse della vittima.
Frequenti sarebbero stati i pedinamenti, gli appostamenti sotto casa, le telefonate, gli squilli, gli sms, i messaggi e le “piazzate” su Facebook con il proprio profilo e con profili inventati. Un “bombardamento comunicativo” che ha interessato anche gli amici in comune, di cui la ragazza di Cutrofiano ha cercato l’alleanza per riconquistare la ex compagna.
Tra gli episodi più rumorosi, un affronto in piazza, a Leverano, durante una festa cittadina, con tanto di bottiglia di vetro prima brandita minacciosamente e poi scagliata addosso con violenza, una volta recepito l’ennesimo rifiuto. In un’altra circostanza la “persecutrice” ha offeso la sua ex amata, pesantemente, in un locale pubblico.
La 20enne di Cutrofiano, infatti, oltre di atti persecutori, risponde di percosse e ingiuria.