E’ stata condannata a 2 mesi e 20 giorni per direttissima Annarita Surano, 44enne di Porto Cesareo, per l’ultimo furto tentato il casa della cognata. La donna è stata arrestata venerdì dai carabinieri. Per tutti gli altri presunti furti che le contestano

(furti che avrebbe effettuato per acquistare gratta e vinci), per un ammontare complessivo di 5mila euro, le indagini sono in corso. La donna, dopo il patteggiamento che si è svolto davanti al giudice Roberto Tanisi, è stata immediatamente scarcerata.

Le sottrazioni di denaro sarebbero andate avanti dall’estate scorsa. La vittima, a metà settembre, pensando che potesse trattarsi di qualcuno entrato in possesso, per motivi non ipotizzabili, dei doppioni di casa, aveva cambiato serratura alla porta d’ingresso.

Ma i furti erano regolarmente continuati. Così la donna ha deciso di chiedere l’intervento dei carabinieri, fino all’epilogo di venerdì.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 + 2 =