Ermenegildo Greco, 61enne di Salve, è stato assolto dall’accusa di violenza sessuale ai danni di una barista. Lo stesso imputato, dinanzi al gup, rendendo spontanee dichiarazioni, ha ammesso di aver toccato la giovane barista, ma di aver compiuto un gesto palesemente involontario

, così come sostenuto risultato dall’istruttoria e dalle memorie difensive presentate dal suo avvocato difensore Luca Puce. Con la sentenza di assoluzione è stata rigettata anche la richiesta di risarcimento danni, avanzata dalla parte civile. L’anziano finì in carcere quel 2 agosto del 2009, quando avrebbe allungato una mano sul fondoschiena di una cameriera di 23 anni, originaria di Tricase. Giangreco venne così arrestato, ma il sostituto procuratore, Francesca Miglietta, non chiese neppure la convalida dell’arresto e l’anziano venne immediatamente rimesso in libertà.

CONDIVIDI