Continua il periodo “no” del Casarano tra le mura amiche del Giuseppe Capozza. Dopo il Leverano anche l’Otranto esce imbattuto dal Comunale conquistando un punto preziosissimo grazie alla capacità di difendersi con ordine e di ripartire con efficacia.

I rossoblu, dal canto loro, pagano una condizione fisica approssimativa e i deficit di una panchina poco all’altezza rispetto agli undici titolari.

La gara parte subito al galoppo e al primo minuto De Pascalis si rende pericoloso in area con una conclusione murata da Longo. Dopo pochi giri di orologio al 6° arriva il vantaggio ospite: Conte recupera il pallone e serve alla perfezione Garrapa che si beve Verardo sullo scatto e batte Leopizzi con un piatto chirurgico. I locali accusano il colpo ma reagiscono, dopo una manciata di minuti, con un tiro dalla distanza di Tamborrino che impegna Baglivo. Al 26° una svista difensiva di De Padova, che serve clamorosamente gli avversari, favorisce l’Otranto il quale non ne approfitta. Il Casarano inizia a carburare solo dopo la mezz’ora di gioco e al 35° Fraschini lancia nello spazio Regner che invece di attaccare la profondità si defila vanificando una buona occasione. Dopo due minuti Salvadore ci prova dalla distanza con la pala che si spegne sul fondo. È il preludio al gol casaranese che arriva al 38°: Fraschini lavora bene il pallone e serve De Pascalis che crossa rasoterra sul primo palo, sul pallone si avventa De Razza che stoppa il pallone e scarica di rabbia sotto la traversa. Il gol rinvigorisce i rossazzurri che cercano il raddoppio con capitan Salvadore che impegna Baglivo con un diagonale da dentro l’area di rigore. Prima di andare negli spogliatoi, i padroni di casa sfiorano nuovamente il 2-1 con De Pascalis che, su un’incerta respinta di Baglivo, ribadisce in rete vedendosi annullare il gol per off side.

Nella ripresa la partita assume toni blandi sul piano del gioco e contorni di nervosismo acuto su quello agonistico.  L’unica vera occasione degna di nota accade al minuto 65, quando un’azione insistita dei locali sull’out di sinistra mette in difficoltà la retroguardia dell’Otranto sino alla conclusione da due passi di Fraschini, il quale, costringe agli straordinari l’estremo difensore idruntino con un intervento prodigioso. La gara si spegne, si registrano solo un tiro di Cancella e uno di Fraschini fuori bersaglio. Nei minuti finali Prima Presicce viene espulso per doppia ammonizione mettendo il unto esclamativo su una partita all’insegna del caos e del nervosismo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × cinque =