Il gup di Brindisi ha rinviato a giudizio 106 persone, tra cui tre avvocati, accusati di aver preso parte a un’associazione per delinquere finalizzata alle truffe ai danni delle compagnie assicurative, compiute con falsi incidenti stradali.

Le indagini furono avviate nel 2007, quando la sezione di polizia giudiziaria della stradale di Brindisi, seppe in anticipo che in un certo luogo e a una certa ora si sarebbe verificato un incidente. Era uno dei 36 episodi che gli agenti, coordinati dal pm Pierpaolo Montinaro, riuscirono a monitorare, dimostrando che venivano inscenati per ingannare le compagnie assicurative e ottenere quindi i risarcimenti. Stando a quanto accertato, a capo dell’organizzazione ci sarebbe stato Angelo Balestra, 42 anni, ex carrozziere. I tre avvocati imputati sono Silvia Bellino, 38 anni, di Brindisi, Eupremio Canario, 51 anni, e Cristian Quarta, 39 anni, di Lecce. L’inchiesta giunse a una svolta nel luglio del 2010 quando furono emessi 7 provvedimenti di custodia cautelare e furono notificati gli avvisi di garanzia agli altri indagati. L’udienza e’ stata fissata per il 15 marzo prossimo. Tra le parti civili alcune delle assicurazioni che avrebbero subito la presunta truffa.