Jacques Audiard è tornato dietro la macchina da presa, a tre anni di distanza dall’ultimo film rivelazione a Cannes 2009 “Il Profeta”.
Il nuovo film prende spunto dalla raccolta di racconti “Ruggine e Ossa”  pensato e scritto da Craig Davidson nel  2008.

Il film parla del tempo presente con i suoi problemi legati alla dilagante crisi economica e sociale . La storia di  un uomo e una donna che facevano del loro corpo la loro unica ragione di vita, lui perché sfruttava il suo corpo devastandolo sul ring , lei lo utilizzava per domare le Orche in un spettacolo all’ acquario. Per entrambi la fisicità era tutto ciò che occorreva per vivere in una società  dominata dall’immagine, dimenticando l’anima.
Tutto a inizio ad Antibes, una cittadina nel sud della Francia, dove Ali si trasferisce con il figlio Sam di cinque anni, a casa della sorella. Lì tutto sembra andare meglio. Dopo una rissa in un locale notturno, il destino di Ali(Mathias Schoenaerts) e quello di Stèphanie(Marian Cotillard)  si incrociano, lui la accompagna a casa e le lascia il numero di telefono. I due si perdono di vista, non hanno nulla in comune, ma una tragedia gli farà incontrare  di nuovo e scoprire la vera essenza della vita: l’amore.
Le emozioni e i sentimenti vanno al di là delle barriere fisiche, psicologiche e sociali della disabilità. Dolore, forza, affetto  e meraviglia si alternano all’interno di un percorso di vita partito dal basso ma che riesce a volare in alto quando la scorza dura di un uomo ruvido come Ali si lacera facendogli riscoprire  l’emotività ed il cuore.
Un sapore di Ruggine ed ossa è un opera cinematografica attraverso la quale  si esplora la psicologia di due anime sole. Tra i protagonisti non serve la retorica della comunicazione verbale, basta uno sguardo, un gesto, un espressione per dire molto più che con mille parole. Un film fatto di pause, silenzi e primi piani che riconosce la forza evocativa delle immagini.
In quest’ultimo film,  il francese Audiard  riesce  a farci apprezzare la vita con occhi nuovi, perché niente è impossibile se seguiamo le ragioni del cuore.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + 8 =