“Dopo questi due giorni di allenamento siamo pronti ad affrontare il Lumezzane, che a mio modo di vedere non merita assolutamente gli undici punti che ha in classifica”. Lucide e decise le impressioni di mister Lerda alla vigilia della trasferta in terra lombarda.

“E’ una squadra di buon livello – prosegue il tecnico – come dimostrato dalla presenza di vecchie conoscenze della serie A tra cui Marcolini e Mandelli, senza dimenticare elementi del calibro di Torri e Pintori. Dovremo dare tutto perché sarà una partita tosta e questo Lecce ha dimostrato di portare a casa il risultato attraverso la compattezza e il sacrificio.

Sul modulo da attuare l’allenatore piemontese non ha ancora sciolto gli ultimi dubbi: “non ho ancora deciso come affrontare tatticamente il Lumezzane. I sistemi di gioco son quelli; 4-2-3-1 e 3-5-2. Abbiamo recuperato Vanin che per noi è fondamentale, vedremo”.

Sul pareggio di Pavia mister Lerda ha voluto spendere un’ultima disamina: ” Domenica scorsa è capitato di essere raggiunti due volte, può succedere. Non c’è solo del demerito nostro, ma anche l’idea di gioco del Pavia che scavalcava il nostro centrocampo e questo, unito anche a della stanchezza, ci ha portato ad allungarci un po’ troppo. In altre circostanze siamo riusciti a mantenere il vantaggio acquisito e in riferimento all’ultima gara va dato il giusto merito agli avversari”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici + 15 =