Le ultime verifiche dei Carabinieri della compagnia di Casarano, con il supporto del Nucleo Cinofili CC di Bari – Modugno, sono state finalizzate contrasto al traffico di stupefacenti e di armi.

Sono state controllate numerose persone sospette ed eseguiti una serie di posti di blocco e perquisizioni domiciliari.
Russo Roberto, diciottenne di Melissano, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di ricettazione, detenzione abusiva di arma da fuoco e di sostanza stupefacente.
Russo, infatti, è stato sorpreso in possesso di un proiettile a salve per pistola calibro dieci e di un fucile automatico calibro dodici, marca Breda, con dodici cartucce. L’arma, pronta all’uso perché trovata con il colpo in canna, è stata rubata il 12 dicembre scorso ad un sessantenne di Casarano. Il giovane aveva anche un bilancino di precisione intriso di sostanza stupefacente, un grammo di hashish e materiale per il confezionamento.
È stato un cane antidroga a scovare l’arma, abilmente occultata sul terrazzo di casa.
Mentre a Taviano le manette sono scattate per Andrea Giannelli, ventiduenne, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio.
Nel corso del controllo, presso la sua abitazione, è stato trovato in possesso di centocinquantaquattro grammi di marijuana e materiale per il confezionamento.

La droga era situata in uno zainetto nascosto nel locale caldaia.

Il materiale rinvenuto, detenuto illegalmente, è stato sequestrato ed è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, così come i due arrestati, accompagnati presso la Casa Circondariale di Lecce.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.