Lecce – “Forza Nuova, facce vecchie”, con questo slogan un gruppo di giovani, aderenti alla sinistra radicale ed extraparlamentare,hanno cercato di fermare la manifestazione di Forza Nuova, che partiva dal Foro Boario e che avrebbe sfilato verso il centro.

 

I manifestanti della sinistra radicale si definiscono “partigiani” e hanno cercato di forzare, in un paio di occasioni, il blocco della polizia per “scacciare via i fascisti”. Alcuni gruppetti, a un certo punto, si sono staccati dalla postazione di Porta Napoli e si sono ricongiunti sotto l’Obelisco per gridare con i megafoni slogan antifascisti. Un lavoro difficile per le forze dell’ordine che hanno il compito di non far scontrare i due cortei.

Il gruppo di sinistra è riuscito ad avanzare e a bloccare il Viale dell’Università , all’altezza dell’Obelisco. Dall’altra parte, all’altezza della rotatoria del Tiziano, i manifestanti di estrema destra, circa un centinaio, gridando “Italia, boia chi molla” e intonano l’inno di Mameli,hanno continuato a marciare fino al Foro Boario. Grande dispiego di Forze dell’ordine, carabinieri e polizia in assetto anti-sommossa, che hanno evitato alle due fazioni di scontrarsi.

[widgetkit id=151]

CONDIVIDI