Anche se ”mi candidassi per le elezioni politiche questo non deve rappresentare un rallentamento dell’attività amministrativa nè perdere occasioni o denari”. Lo ha detto il leader nazionale di Sel e presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, parlando oggi a Bari con i giornalisti, a margine di un incontro.

”Lavorerò perché la Puglia – ha assicurato Vendola – non rischi niente dalle conseguenze della movimentazione politica generale. Mi sto concentrando molto su questo. Qualunque sviluppo della situazione politica nazionale bisogna fare in modo che non abbia conseguenze negative per la Puglia ma anzi che abbiano possibilmente conseguenze positive. Io continuo la mia esperienza di governo”.

”Ho la testa – ha detto Vendola – molto puntata sul 31 dicembre e poi sui 31 maggio, sui prossimi appuntamenti relativi ai target da rispettare della spesa comunitaria. Ho la testa molto sull’organizzazione del consiglio regionale per l’approvazione del bilancio. Mi interessa anche nell’ eventualita’ che il futuro possa essere molto movimentato. Mi interessa nei prossimi mesi – ha concluso Vendola – portare al compimento il piu’ possibile tutti i processi riformatori che abbiamo avviato, per mettere in piu’ possibile in sicurezza tutti i beni della Puglia”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.