Per sensibilizzare alla corretta alimentazione, nasce il concorso “Il Gusto della Salute” per le scuole secondarie della Provincia di Lecce. E’ stato presentato questa mattina nella sede del Rettorato dell’Università del Salento il progetto che mira a realizzare percorsi culturali, formativi e sociali per imparare la giusta alimentazione.

L’iniziativa nasce in seguito ai dati allarmanti provenienti dalle ultime indagini statistiche: pare infatti, che la Puglia sia la regione italiana con il più alto tasso di obesità e con un 49% di popolazione che non sa mangiare correttamente.
Tutto ciò mette a rischio la nostra salute, causando oltre alle conseguenze dell’obesità anche numerose malattie infiammatorie croniche nate dall’azione combinata di determinati alimenti. Un fenomeno allarmante che deve essere fermato e il punto di partenza è proprio l’informazione.
Conoscenza che deve partire dalle fasce dei più giovani, ovvero dal nostro futuro. Ed ecco che entra in scena “Il Gusto della Salute”, ideato dall’associazione AAIA-Onlus assieme all’Unità Operativa “IMID Unit” del presidio “San Pio da Pietralcina” di Campi Salentina e con la collaborazione del gruppo Gimicron, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce e infine con il patrocinio della Regione Puglia, dell’Università del Salento e dell’ASL-Lecce.
Il concorso si articola in quattro sezioni: Gastronomia, Video, Foto-Grafica e Letteraria. Sostanzialmente si tratta di preparare degli elaborati o una proposta gastronomica (per gli istituti albergheri) con il fine di incentivare il consumo di cibi sani e di scoraggiare le cattive abitudini alimentari.
Le scuole potranno aderire fino al 12 gennaio 2013, dopodiché dovranno presentare entro i termini previsti l’elaborato o il piatto che saranno poi esaminati da una commissione composta da esperti appartenenti ad ambiti disciplinari diversi. Il concorso si chiuderà poi venerdì 8 marzo 2013 con la premiazione in occasione dell’IMID Award, Galà della medicina e cultura.
“Siamo particolarmente felici”, ha dichiarato l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Dario Stefàno, presente alla conferenza di questa mattina assieme al direttore generale ASL Valdo Mellone e al responsabile del centro IMID di Campi Salentina Mauro Minelli. “Di sostenere questa iniziativa, poiché la linea con le politiche regionali di promozione della qualità e del gusto dei nostri prodotti tipici. Non solo: è inaccettabile che una regione come la nostra, invidiata in tutto il mondo per la genuinità dei cibi sinonimo di qualità e di sicurezza alimentare, detenga il primato di obesità infantile. Dunque non possiamo più rinviare un impegno che deve vederci tutti coinvolti in un efficace gioco di squadra: quella di diffondere la cultura della sana alimentazione e dei corretti stili alimentari ai nostri giovani”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × 1 =