Saranno il direttore Francesco Lanzillotta e il violinista Francesco D’Orazio gli ospiti del quarto appuntamento con la Stagione Sinfonica e di Balletto d’Autunno dell’Orchestra Tito Schipa, con la direzione artistica di Marcello Panni, in programma venerdì 7 dicembre, alle ore 21, al Politeama Greco di Lecce

Il programma della serata si aprirà con una performance nella musica contemporanea: l’esecuzione di Trasfigurazione di Gianluca Cascioli, che, composta nel 2011 e ispirata alla radicale modernità degli ultimi lavori di Gyorgy Ligeti e Alfred Schnittke, ha vinto il Premio Agnello. A seguire, il Concerto n. 2  per violino e orchestra di Sergej Prokof’ev, commissionatogli nel 1933 da un gruppo di sostenitori del violinista francese Robert Soëtans e presentato, in prima assoluta, a Madrid il primo dicembre del 1935. Nella seconda parte, infine, verrà proposta Sinfonia n. 2 “Piccola Russia” di Pëtr Il’ic Cajkovskij, dove predominano il lirismo dalle inflessioni carezzevoli, il senso del folklore russo e l’estroversa piacevolezza della strumentazione. Il sottotitolo “Piccola Russia” è dovuto al fatto che sono presenti diverse melodie popolari e ricordi sonori dell’Ucraina, dove Cajkovskij soggiornò per un periodo nel 1872.

Il romano Francesco Lanzillotta, già ospite a Lecce nelle passate stagioni, è considerato uno dei più promettenti giovani direttori nel panorama musicale italiano. È direttore principale ospite del Teatro dell’Opera di Varna in Bulgaria e, negli ultimi anni, ha diretto numerose composizioni di musica contemporanea di autori fra i quali Matteo D’Amico, Marcello Panni, Ennio Morricone, Michele Dall’Ongaro e Luis Bacalov.

Francesco D’Orazio, barese, nel 2010 è stato insignito del XXIX Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana quale “Miglior Solista”, primo violinista italiano a ricevere questo prestigioso riconoscimento dopo Salvatore Accardo nel 1985. Si è imposto come punto di riferimento nella musica contemporanea, con la collaborazione con compositori del calibro di Luciano Berio, Ivan Fedele e numerosi altri. Nell’ottobre 2007 aveva inaugurato la 51a Biennale Musica di Venezia con le prime assolute del Secondo Concerto per violino e orchestra e della Suite “The Libertine” per soprano, violino e orchestra di Michael Nyman con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

I biglietti del concerto sono disponibili presso il botteghino del Politeama e presso il Castello Carlo V

 

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due + 17 =