I vigili del fuoco l’hanno estratto ancora vivo, ma in fin di vita, dall’inferno di fiamme che si era sviluppato nella sua abitazione, in via Maria Ausiliatrice, nel centro storico di Corigliano d’Otranto. E’ grave in ospedale Gaetano Fiore, pensionato del posto, padre del sindaco di Corigliano Ada Fiore, avvolto dalle lingue di fuoco divampate nella sua abitazione, intorno alle 21.

 

Al momento, non è chiaro cosa abbia innescato l’incendio che, violento, ha divorato gli interni della tavernetta dell’abitazione del padre del primo cittadino di Corigliano, che in quel momento pare si trovasse da solo, appartatosi per fumare una sigaretta. Ad un certo punto, qualcosa è andata storta. L’uomo, che ha perso i sensi, si è ritrovato circondato dal  fumo e le fiamme. L’incendio e la puzza di bruciato hanno allertato i residenti della zona, che hanno immediatamente richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. I caschi rossi, accorsi da più parti, hanno dunque sfidato le fiamme per recuperare l’anziano rimasto intrappolato nella casa. Quando è stato estratto, l’uomo era ancora vivo, ma in gravissime condizioni per via delle numerose ustioni, di secondo e terzo grado, riportate su tutto il corpo. Un’ambulanza del 118 ha trasportato a sirene spiegate il ferito presso il centro grandi ustionati di Brindisi, mentre i carabinieri della stazione di Corigliano e della compagnia di Maglie hanno avviato una serie di accertamenti, per stabilire le cause che hanno innescato l’inferno in casa Fiore.

 

 

Maggiori dettagli nelle prossime ore.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.