Con delibera di Giunta Comunale numero 1004 del 18 dicembre scorso, è stato programmato un decremento delle percorrenze del trasporto urbano di circa 340mila chilometri all’anno, portando le stesse dagli attuali 1.900.000 km ai previsti 1.560.000.

Alla riduzione si darà corso a partire dal primo gennaio 2013.
I motivi del taglio delle percorrenze, e di conseguenza delle frequenze (non delle linee), sono da individuare nella necessità di adeguare le stesse alle disposizioni della Regione Puglia che, nonostante le richieste avanzate da parte dell’Amministrazione Comunale, continua a riconoscere alla mobilita della città di Lecce “servizi minimi” pari a quel 1.560.000 km annui dall’ente regionale previsti.

Sino ad oggi l’Amministrazione Comunale ha provveduto a finanziare direttamente, senza godere di alcun contributo, circa 340.000 dei chilometri effettuati annualmente, con una spesa pari a 615.000 euro oltre IVA.

A partire dal primo gennaio del nuovo anno il Comune di Lecce, alla luce dei mancati riconoscimenti della Regione Puglia e dell’offerta di mobilità, di gran lunga superiore alla domanda di trasporto urbano, azzererà la spesa prevista agendo soprattutto sulle frequenze, senza mortificare il servizio reso all’utenza che resterà sempre dignitoso.

Attraverso una accurata e attenta rivisitazione dei percorsi, delle percorrenze e delle frequenze attualmente in vigore, si è pervenuti, di concerto con la SGM spa, alla stesura di un nuovo programma di esercizio che, da un lato garantirà lo svolgimento del servizio e, dall’altro, consentirà un risparmio per le casse comunali.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × cinque =