Foto di Andrea SkakkomattoBiglietti esauriti e un vasto pubblico proveniente da tutta la Puglia, che nonostante il gelido freddo, ha dimostrato grande solidarietà in una serata di beneficenza abbellita da un’atmosfera natalizia.

Questo lo scenario che si è presentato ieri sera nello Stadio Comunale di Nardò, all’interno di una serata di solidarietà organizzata dall’Associazione “Rinascita Neretina” di Giovanni Fanuli, Alessandro De Giorgi e Gianfranco Galeone, in collaborazione con il Comune di Nardò e il Piano Sociale di zona N° 3. Protagonista principale è stato il piccolo Francesco Passante, un bambino galatonese che da anni è costretto a dover sottoporsi a cure particolari e molto costose, gran parte delle quali svolte all’estero, a causa di patologie rare legate a disturbi celebrali.
Numerosi sono stati gli artisti che si sono esibiti sul palco con un unico scopo in mente, ossia quello di contribuire nella raccolta fondi per il piccolo Francesco; tra questi, la madrina assoluta della serata è stata la straordinaria cantante salentina, Alessandra Amoroso, che da 4 anni si batte per aiutare Francesco nella raccolta fondi per le cure necessarie: “Tutto è iniziato quando ho ricevuto una lettera dalla cugina del piccolo Francesco” ci spiega Alessandra Amoroso “e da quel momento è scattato qualcosa in me che non riesco neanche a spiegare. Fin da subito mi sono affezionata a Verena, la cugina di Francesco, e leggendo quello che lei mi aveva scritto su di lui, descrivendomelo come un bambino bellissimo con i capelli biondi e gli occhi azzurri, ho poi deciso di mettermi in contatto con loro. Verena, infatti, mi spiegò i problemi di salute a cui è soggetto Francesco, e così da quel momento in poi, io come tutte le persone che mi sono attorno, a partire dalla mia famiglia, il mio migliore amico e le persone che mi seguono, hanno deciso di sposare questa mia scelta nell’aiutare Francesco”. “E’ bellissimo vedere la mia terra” continua Alessandra Amoroso “unirsi e diventare assieme un tutt’uno per sostenere Francesco. Il nostro legame è un legame vero e che di sicuro va al di là di quello che io riesco a fare per lui attraverso la mia situazione lavorativa, in quanto la mia posizione, che da un punto di vista mi agevola ma che dalla parte mi distrugge, come tutti i lavori ha anche il suo lato positivo e quindi se posso aiutare con una canzone, con un sorriso, con un abbraccio un bambino o una qualsiasi persona, e nel caso specifico il mio Francesco, che ormai lo considero come un mio fratellino, perché non farlo”.
Parole di solidarietà verso Francesco sono state espresse anche dagli altri artisti che si sono esibiti durante la serata: “Sono sempre particolarmente Foto di Andrea Skakkomattosensibile quando si tratta di bambini che hanno bisogno di quello che per noi infondo è un piccolissimo gesto e che non ci costa nulla farlo” afferma Antonio Maggio, ex cantante degli “Aram Quartet”, vincitori del programma X-Fattor nel 2008, e prossimo concorrente per Sanremo Giovani 2013 “è una serata bellissima e il pubblico ha risposto alla grande; il loro applauso va rivolto a loro stessi per essere venuti a messa qui questa sera, aderendo ad una causa importantissima come quella di Francesco”. “Siamo riusciti nell’obiettivo di entrare nel cast degli 8 giovani per Sanremo 2013” afferma con soddisfazione Antonio Maggio “c’è tanto entusiasmo e stiamo lavorando al disco che uscirà la settimana del festival a metà Febbraio, e pertanto siamo concentratissimi nella riuscita di un buon lavoro”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =