Si è conclusa oggi, alle 13.20, un’esperienza straordinaria, ideata dal Prefetto della provincia di Lecce Dr.ssa Giuliana Perrotta, e realizzata con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Statistica.

Come sottolineato dal Prefetto nel suo intervento, per un giorno il Salone degli Specchi della Prefettura è stato trasformato in vero e proprio studio multimediale, mix tra moderna tecnologia e antico, al fine di realizzare un Convegno “di prossimità” che fosse occasione di formazione a distanza e “interattivo” per arrivare fino agli Uffici ed alle case dei cittadini.
Il format proposto ha quindi raggiunto in streaming i Sindaci, i Dirigenti degli Uffici Demografici, gli Ufficiali e gli Operatori di Anagrafe e Stato Civile nelle loro sedi, in un dialogo che ha avuto per argomento il Censimento 2011, i dati provvisori sulla popolazione e sulle abitazioni rilevati grazie a tale attività censuaria, e le altre informazioni statistiche utili a indirizzate gli amministratori nelle scelte e nelle strategie.
Presenti ai lavori, oltre ai Comuni della Provincia – circa 80 – che hanno seguito il Convegno in streaming, ed ai Sindaci dei Comuni con maggiore densità di popolazione, in sala insieme a Camera di Commercio ed alle Segreterie Provinciali delle OO.SS., la Dott.ssa Antonella Rotondo, la Dott.ssa Monica Carbonara e la Dott.ssa Evelina Mero dell’ISTAT – Ufficio Territoriale per la Puglia che hanno illustrato il censimento in una prospettiva di nuove modalità e, sulla base dei dati disponibili, dell’indispensabile apporto degli Amministratori locali nella interpretazione ed utilizzazione degli elementi di conoscenza forniti.
Dopo un saluto in videomessaggio del Presidente Nazionale ISTAT Dott. Enrico Giovannini e del Direttore della Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno Prefetto Dott.ssa Emilia Mazzuca, la discussione è entrata nel vivo grazie anche all’apporto critico del Prof. Raffaele De Giorgi dell’Università del Salento che ha sottolineato l’assoluta pericolosità dell’utilizzazione dei dati statistici che possono orientare, ma non assolutamente fotografare  la realtà.
Ugualmente puntuale ed efficace è stato l’intervento del Prof. Giovanni Girone dell’Università degli Studi di Bari il quale ha sollecitato i Sindaci ad attrezzarsi per affrontare le nuove modalità censuarie, a conoscere e approfondire le ricerche e le analisi della Camera di Commercio, cui ha rivolto un plauso.
E’ necessario dunque, come condiviso anche dai sindaci intervenuti a distanza,  promuovere quei cambiamenti che possano incidere sulla “drammatica” situazione del mercato del lavoro che affligge attualmente il territorio salentino in un trend in peggioramento e creare sempre più occasioni di approfondimento e conoscenza delle problematiche.
L’Amministrazione Provinciale, attraverso la testimonianza del Presidente Dr Antonio Maria Gabellone, ha assicurato che continuerà a dare il proprio apporto, non solo in termini di studio statistico, ma anche con la formazione professionale ed i tirocinii utili a mettere in contatto i giovani e le imprese salentine.
La discussione a tratti appassionante per l’eterogeneità dei punti di vista sempre autorevolmente espressi, è stata moderata dal giornalista Marco Renna e resa possibile grazie al contributo tecnologico di Cliocom ed alla redazione giornalistica di Sud News.
A conclusione del Convegno, che ha avuto anche funzione di formazione a distanza di quanti si sono accreditati, il Prefetto Perrotta ha voluto sottolineare quanto anche i dati statistici possano aiutare nella razionalizzazione della spesa pubblica e orientare gli amministratori che sappiano interrogarsi e confrontarsi con le risultanze censuarie e le altre informazioni statistiche sul mercato del lavoro.
A breve tutto il materiale didattico sarà pubblicato sulla piattaforma e-learning CLIO Edu.it