Nella mattinata di oggi, 20 dicembre 2012, si è svolta l’assemblea pubblica “Costruire insieme le nuove regole per l’utilizzo delle risorse dei corsi di dottorato”, promossa da ADI Lecce con la partecipazione di numerosi dottorandi e rappresentanti nei vari Consigli di Dipartimento dell’Università del Salento.

Con questa iniziativa, ADI Lecce ha riunito per la prima volta la comunità dei dottorandi dell’Ateneo, coinvolgendo le loro rappresentanze in Senato e nei Dipartimenti. «Tema centrale della discussione – ha dichiarato Antonio Bonatesta, rappresentante ADI in Senato Accademico – è stato l’approvazione in Senato di un nuovo Regolamento per la ripartizione delle risorse del Fondo Unico della Ricerca (FUR) che, grazie al nostro impegno, è stato accompagnato da un atto di indirizzo che raccomanda ai Dipartimenti di redigere regolamenti per la ripartizione e l’utilizzo delle risorse per il funzionamento dei corsi di dottorato». Si sono così poste le premesse per superare l’assenza di criteri certi per una più equa e solidale ripartizione tra tutti i dottorandi delle risorse dedicate al rimborso delle missioni di ricerca, ai contributi alla pubblicazione e all’organizzazione delle attività formative e dei seminari nell’ambito dei corsi di dottorato. Durante l’assemblea è emerso il problema dell’esiguità di queste risorse, causata dai tagli ministeriali e dalle conseguenti ristrettezze nel bilancio dell’Ateneo. Il confronto ha portato all’individuazione di criteri comuni da porre alla base della discussione nei singoli Dipartimenti, come l’attribuzione di un budget pro capite ad ogni singolo dottorando per le attività di ricerca; la ripartizione certa tra le voci di spesa del funzionamento del dottorato; un maggiore controllo nell’utilizzo della tassazione proveniente dai dottorandi senza borsa di studio.