Un omaggio ai compianti e indimenticati Fabrizio De Andrè e Lucio Dalla, con un concerto tra jazz e canzone d’autore, con Paolo Fresu Gaetano Curreri (voce e tastierista degli Stadio), Fabrizio Foschini (pianista degli Stadio) e Raffaele Casarano, unica data programmata, esclusiva nazionale: è quello che avverrà sabato 8 dicembre negli spazi del Livello 11/8 a Trepuzzi. Il progetto si chiama “Locomotive Jazz per Lucio e Faber”, viaggio appassionato e intenso attraverso una rilettura inedita e originale dei repertori dei due cantautori.

 

La serata ripete quello che è avvenuto lo scorso 26 giugno sul palco del centro Laber di Berchidda, in occasione del Time in Jazz, il festival ideato e diretto da quasi 25 anni da Paolo Fresu.

Sul palco sabato artisti di levatura, musicale ed emotiva: Gaetano Curreri, voce e tastiera degli Stadio, nel 1979, a fianco di quelli che diventeranno i futuri componenti della band, partecipa al tour Banana Republic di Lucio Dalla, inaugurando un sodalizio artistico che proseguirà sino al 1988, attraverso album e live come “DallAmeriCaruso” e “DallaMorandi”; parole e musiche care in particolare a lui, legato a Dalla da una lunga amicizia e un’intensa collaborazione; Fabrizio Foschini, pianista degli Stadio oltre che arrangiatore e produttore, con all’attivo numerose collaborazioni tra cui quelle con Ivan Graziani, Gianni Togni, Eduardo De Crescenzo, Massimo Ranieri, Vasco Rossi e molti altri, Paolo Fresu, jazzista di fama internazionale che conta più di 330 incisioni discografiche, oltre 2.500 concerti e collaborazioni con i più influenti musicisti sulla scena contemporanea, il “nostro” Raffaele Casarano, talentuoso sassofonista pugliese che si è esibito nei più prestigiosi club europei, da Parigi a Londra, da Mosca a Bruxelles, e che ha collaborato con con jazzisti del calibro di Javier Girotto, Nguyen, Gianluca Petrella solo per citarne alcuni, con incursioni pop che lo vedono accanto ai Negramaro, Gino Paoli, Omar Pedrini (Timoria), Franco Califano e recentemente anche con Eugenio Finardi con il quale è reduce da due sold-out al Blue Note di Milano.

Una scaletta di cuore e di pancia, al suono di quelle musiche e al rumore di quei testi che non mancano mai nella playlist degli appassionati: “Ho visto Nina volare”, “La canzone dell’amore perduto”, “Il pescatore”, “Don Raffaè” di De Andrè e gli indimenticabili titoli firmati da Lucio Dalla come “L’ultima luna”, “Anna e Marco”, “La sera dei miracoli”, “Caruso”.

Nella conferenza stampa di presentazione tenutasi questa mattina, con Raffaele Casarano e Simona Manca hanno ribadito il valore della destagionalizzazione dei flussi turistici per il Salento, facendo leva su eventi di spessore che possano portare qui turisti e appassionati anche nei periodi meno consueti.

Il locomotive ha infatti messo a disposizione uno speciale pacchetto turistico per quanti volessero soggiornare nel Salento nei giorni delle festività dell’Immacolata, presso l’Hotel Hermitage a Galatina.

Si è conclusa la conferenza con la degustazione del “PanTalento” prodotto da Dolce Arte di Cutrofiano, partner del progetto, che ha sperimentato un panettone lievitato naturalmente realizzato non con burro ma con l’olio di oliva cellina, mono-varietale dolce e fruttato a km0. Il primo assaggio della stagione natalizia.

Il concerto sabato sera è previsto per le 20.45, i biglietti in prevendita, eccezionalmente, hanno un costo minore di quelli venduti al botteghino (22 euro e 25 euro), sono disponibili sui circuiti booking show.

 

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 3 =