Il Vescovo Caliandro: “Nelle onorificenze date ad alcuni sacerdoti, un atto di stima per l’intero presbiterio che ho avuto l’onore di conoscere.
Grazie anche ai fedeli laici che con l’esercizio generoso e competente della loro professionalità danno testimonianza nella comunità ecclesiale”

L’annuncio l’ha dato il vescovo Mons. Domenico Caliandro, recentemente nominato nuovo arcivescovo di Brindisi-Ostuni, al termine del ritiro del clero di venerdì 14 dicembre 2012: il Santo Padre ha conferito tre onorificenze al clero della diocesi di Nardò-Gallipoli, nominando tre nuovi “Cappellani di Sua Santità” con il titolo di Monsignore. A due fedeli laici della diocesi, la Santa Sede ha conferito invece il titolo di “Cavaliere dell’Ordine Equestre di San Silvestro Papa”.
I tre nuovi Cappellani di Sua Santità sono: Mons. Piero De Santis (46 anni), originario di Copertino, attualmente parroco della parrocchia S. Agata in Gallipoli e direttore dell’Ufficio catechistico diocesano. Sotto l’episcopato di Mons. Caliandro è stato nominato Vicario episcopale per la pastorale, occupandosi in particolare dell’organizzazione delle Settimane teologiche diocesane che ogni anno si svolgono a Casarano e di numerose altre iniziative di formazione per i catechisti. E’ inoltre membro del Consiglio presbiterale e del Consiglio pastorale della diocesi. Mons. Tommaso Sabato (43 anni), di Casarano, attualmente parroco della parrocchia Santi Giuseppe da Copertino e Pio da Pietrelcina in Casarano e delegato vescovile per la formazione del diaconato permanente. Oltre a questi incarichi è dal 2001 Segretario del Consiglio presbiterale e assistente spirituale di molte associazioni laicali. Nel suo generoso ministero sacerdotale, svolge anche dal 2004 il delicato ufficio di esorcista. Mons. Vincenzo Viva (42 anni), di Copertino, ma nato e cresciuto a Francoforte sul Meno, è attualmente professore di teologia morale e bioetica alla Facoltà Teologica Pugliese (sez. Molfetta) e all’Accademia Alfonsiana di Roma, l’Istituto Superiore di Teologia Morale  della Pontificia Università Lateranense. In diocesi è direttore dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali dal 2000 e canonico penitenziere del Capitolo Cattedrale di Nardò; dal 2006 al 2009 è stato Segretario della Visita Pastorale. E’ membro del Consiglio presbiterale diocesano dal 2001.
I due nuovi Cavalieri dell’Ordine Equestre di San Silvestro Papa sono: l’ing. Gianluigi Russo (44 anni), originario di Cutrofiano, coniugato con due figli, attualmente responsabile del settore tecnico del Comune di Cutrofiano. Impegnato a livello ecclesiale nella sua parrocchia d’origine, ha messo a servizio della diocesi, in modo generoso e gratuito, la sua alta competenza professionale, collaborando con l’ufficio amministrativo-tecnico della Curia vescovile. L’ing. Giovanni Pedone (67 anni), originario di Gallipoli, ha conseguito la laurea in ingegneria civile nel 1972 e ha dedicato la sua vita all’insegnamento e al servizio della comunità civile, sia come assessore ai lavori pubblici nel Comune di Gallipoli che come consulente tecnico nel Comune di Morciano di Leuca, dove tuttora è ricordato con affetto e stima. Nella comunità ecclesiale gallipolina si è invece distinto per la limpidezza della testimonianza  cristiana e il generoso contributo a livello di consulenza e collaborazione, offerto sia alla parrocchia S. Agata che alla Curia Vescovile.
Il vescovo Caliandro si è congratulato con i novelli Monsignori e Cavalieri, ringraziando il Santo Padre e la Segreteria di Stato per aver concesso questi titoli onorifici che fanno molto onore alla Diocesi di Nardò-Gallipoli, particolarmente ricca di clero che si esprime in molteplici servizi alla Chiesa, ma anche di laici competenti e operosi.
Mons. Caliandro ha inoltre affermato: “Nelle onorificenze date ad alcuni sacerdoti, si esprime la stima e il riconoscimento per tutto il presbiterio. Lasciando la diocesi prossimamente porto nel cuore l’esempio di tanti sacerdoti che ho conosciuto in questa amata diocesi che svolgono il loro ministero, nei più svariati campi dell’apostolato, in modo eccellente con tanta dedizione e umiltà. A tutti ripeto perciò il mio ringraziamento e mi onoro di aver conosciuto un presbiterio così ricco di doni umani e spirituali. Ringraziamo la Santa Sede per questa attenzione, ma anche per il riconoscimento nei confronti di questi fedeli laici che si sono distinti per particolari meriti e benemerenze. Anch’essi sono espressione di un laicato impegnato, generoso e competente che dà a tutti una bella testimonianza cristiana, edificando la Chiesa.”

Ordine Equestre di San Silvestro Papa

La Santa Sede conferisce, su proposta delle Chiese locali e quale segno di apprezzamento e riconoscenza, le onorificenze pontificie a laici che si sono distinti per la loro testimonianza cristiana o altri particolari meriti. Attualmente si conferiscono i seguenti Ordini Equestri: Ordine Piano (ai Capi di Stato, Ministri o Ambasciatori), Ordine di San Gregorio Magno e Ordine di San Silvestro Papa, in vari gradi.

L’Ordine Equestre di San Silvestro Papa e Martire fu istituito nel 1841 da Papa Gregorio XVI, in onore del primo patrono dei Cavalieri cristiani. Esso viene attualmente conferito a uomini e donne laici che si sono distinti in ambito ecclesiale per particolari meriti o servizi resi alla Chiesa. L’Onorificenza conferita dà loro il diritto di fregiarsi del titolo del grado attribuito e di indossare le insegne proprie dell’ordine di appartenenza.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × due =