Cinque colpi di pistola contro l’auto del sindaco di Copertino. È mistero in paese sulla pistolettata che ha interessato l’Audi A6 del primo cittadino Giuseppe Rosafio, 58enne,  in carica dal 2009.

L’auto era parcheggiata davanti all’abitazione del sindaco, in via Palatucci, quando è stata raggiunta da cinque proiettili, esplosi da distanza ravvicinata.
È stato lo stesso sindaco a dare l’allarme ai carabinieri. Sul posto, i militari della stazione di Copertino ed i colleghi della compagnia di Gallipoli, che hanno recuperato le cinque ogive, sulle quali verranno eseguiti gli accertamenti del caso.
Ignoto il movente. Il sindaco Rosafio, ascoltato dagli investigatori, non avrebbe fornito elementi utili per indirizzare le indagini verso una pista ben precisa. Rosafio, oltre che politico, è anche avvocato. E non vengono esclusi collegamenti con la sua attività professionale.
I carabinieri stanno vagliando la possibilità di acquisire i filmati delle telecamere poste nelle vicinanze della residenza del primo cittadino, che ne è sprovvista.
È probabile che chi ha sparato lo abbia fatto dopo avere raggiunto l’obiettivo a bordo di un’auto: alcuni residenti, infatti, avrebbero sentito dopo gli spari una sgommata

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − sette =