È morta nella sua culla a causa di un rigurgito. La piccola Arianna Ricchiuto, appena 20 mesi, figlia di una coppia di Tiggiano, è volata in cielo ieri pomeriggio. A nulla sono valsi i disperati tentativi dei medici dell’ospedale di Tricase di tenerla in vita.

La tragedia si è consumata in via XXIV maggio, a Tiggiano, nell’abitazione della famiglia Ricchiuto. In casa erano presenti la madre, Elisabetta Antonazzo, e gli altri figli della coppia. Arianna, a causa di una lieve forma influenzale, era stata già messa a letto nella sua culla a dormire. Ad accorgersi del dramma è stato il marito, Liberato Ricchiuto, che tornato a casa dopo il lavoro è andato a salutare la sua bambina che, tuttavia, non respirava già più.
Sono stati minuti di terrore e panico. I genitori hanno preso in braccio la figlioletta e l’hanno trasportata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Tricase. Purtroppo, per la piccola Arianna non c’è stato nulla da fare. Dei fatti sono stati informati i carabinieri della compagnia di Tricase ed il pubblico ministero, che stabiliranno eventuali responsabilità.
La tragica morte di Arianna, tuttavia, sembrerebbe essere stata soltanto una fatalità.