La Svicat Consolini non conosce mezze misure umiliando il piccolo Cus Foggia con un esorbitante 77-0. Una prestazione che la dice lunga su chi sarà la protagonista del campionato e su quali siano le prospettive future della compagine del presidente Camilli.

La prima mischia è stata preceduta dal minuto di silenzio osservato in memoria di Gabriele Brillantina, portiere della Svicat scomparso qualche giorno fa in un tragico incidente stradale. Il campi ha abbattuto i foggiani tra le mura amiche del Comunale mettendo a segno undici mete. In grande spolvero Romano, realizzatore dei calci piazzati  guadagnati dai compagni, e di De gioia, autore di tre mete che hanno permesso di prendere il largo.

A fine gara lo stesso patron Camilli ha manifestato grande soddisfazione: “quella di oggi è stata una vittoria del gruppo. La prova del pacchetto arretrato è stata eccellente e vorrei porgere i miei compimenti a Stefano Pagliara che, nel giorno del suo debutto, ha realizzato una grande meta. Possiamo ancora migliorare e per questo bisogna lavorare tanto, ma oggi posso solo ringraziare la squadra l’eloquente performance”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 − due =