Tenta insieme ad un complice il furto in un appartamento di Senigallia, ma viene rintracciato dai carabinieri ed arrestato. In manette è finito un 36enne della provincia di Lecce, arrestato per tentato furto aggravato in concorso con un messinese di 45 anni.

Il salentino arrestato risponde al nome di Cosimo De Iaco, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e per furti in appartamento.
De Iaco ed il complice, Elio Maiorana, sono stati sorpresi mentre, “armati” di un grosso martello, stavano scassinando la serratura della porta d’ingresso dell’abitazione presa di mira. Infatti il proprietario, rincasando, li ha notati armeggiare davanti alla porta ed urlando è riuscito a metterli in fuga. Notata una pattuglia dei carabinieri – proprio che poche ore prima aveva visto i due uomini aggirarsi con fare sospetto ed era rimasta nei paraggi per “tenerli d’occhio” – il proprietario dell’appartamento ha quindi richiamato l’attenzione dei militari.
Il siciliano è stato fermato subito ed aveva addosso il martello utilizzato per forzare la serratura, mentre il salentino è riuscito a dileguarsi a piedi, facendo perdere le sue tracce. Almeno nell’immediatezza. De Iaco, infatti, è stato rintracciato pochi minuti dopo, seduto su una panchina della stazione ferroviaria di Senigallia: aspettava il treno che l’avrebbe portato fuori città, ma ha trovato i carabinieri, che lo hanno ammanettato ed accompagnato in carcere.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 2 =