Rapina cruenta in quel di Nardò, dove due malviventi hanno fatto irruzione nella salagiochi “Win Time”, in via Bonfante, seminando terrore puro. I rapinatori non hanno esitato a picchiare i due titolari, un uomo ed una donna, mentre un terzo complice, fintosi cliente, ha inscenato una colluttazione con uno dei banditi.

 

Peccato che, subito dopo, sia salito sulla loro stessa auto.
Tutto è accaduto intorno alle 23.15, quando un uomo si è presentato davanti alla porta d’ingresso della salagiochi ed ha suonato il campanello per farsi aprire. In quel momento, pare che all’interno ci fossero soltanto i due titolari, che senza nutrire particolari sospetti, nonostante l’attività fosse ormai chiusa, hanno aperto la porta. Ma come si scoprirà pochi istanti dopo, era solo un modo per facilitare l’ingresso di altri due rapinatori.
I banditi erano entrambi col volto coperto da passamontagna ed armati di pistole, spianate contro i due dipendenti, costretti dalle armi a stendersi per terra mentre venivano portati via i contanti, per un totale di circa tremila euro.
I malviventi non si sono accontentati dei soldi e, prima di fuggire, hanno portato via anche una macchinetta cambiasoldi non prima di avere percosso i due dipendenti, che rimedieranno una prognosi di tre e dieci giorni.
È stato a questo punto che il “cliente” ha finto una colluttazione con uno dei malviventi, probabilmente per sviare le indagini di chi avrebbe poi visionato i filmati delle telecamere di videosorveglianza del locale.
Infatti, quando i rapinatori hanno guadagnato l’uscita, l’uomo li ha seguiti a ruota, salendo proprio sull’auto utilizzata per la fuga, non meglio identificata, condotta da una quarta persona.
Le indagini sono affidate agli agenti di polizia.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 − sei =