Il “Madison Square Garden” del Salento (il PalaOzan – Tiziano Manni di Ugento), si è confermato polo attrattivo per gli amanti della boxe. Domenica scorsa, nel sud Salento, si è materializzato l’atteso “V Galà Pugilistico Città di Ugento” organizzato dalla BeBoxe di Copertino,

in collaborazione con l’amministrazione comunale di Ugento e con Eventi & Sport, sotto l’egida della Federazione Pugilistica Italiana e Lega Pro Boxe.
Durante la serata (corposa anche la presenza delle autorità politiche locali), si è dato anche spazio alla solidarietà e alle tematiche sociali, grazie alla presenza dell’Associazione Onlus “Cuore e Mani Aperte” di Lecce, per sostenere il progetto dell’acquisto della seconda Bimbulanza, ovvero l’ambulanza pediatrica al servizio dei bambini del sud Italia.

A salire sul ring e al cospetto del pubblico delle grandi occasioni, due rappresentative di club: Italia e Ungheria. Cinque incontri che hanno impreziosito il match-clou Manco vs Szekeres. Per il 20enne Superwelter di Melissano Andrea Manco (scuderia OPI 2000) si è trattato del terzo match professionistico (Manco ha precedentemente vinto contro il siciliano Angelo Mancuso e l’ungherese Aron Csipak). Il prologo della serata, ha offerto anche un’esibizione (tra il tarantino Francesco Magrì e l’ungherese Hamar Roland) e tre match fuori programma, con protagonisti, i gemelli Cordella di Copertino, i rispettivi sfidanti (provenienti dalla provincia di Foggia), il leccese Antonio Camilli e il brindisino Semeraro. Subito dopo, si è letteralmente incendiata la sfida Italia-Ungheria, culminata con il confronto  Manco vs Szekeres. Tra gli ospiti, anche due pugili professionisti (il copertinese Peso Massimo Emanuele Leo e il brindisino Superwelter Antonio De Vitis) e il copertinese penta campione italiano nei Welter (dilettanti), Dario Vangeli. «È stata una serata indimenticabile sotto tutti i punti di vista – commenta il tecnico della BeBoxe Francesco Stifani – Il pienone di pubblico, è sfociato a tratti in una vera bolgia da stadio. Anche per questo aspetto voglio cominciare dal personale elogio a Totò Carafa, il quale oramai continua a dimostrare di essere un grande organizzatore di eventi pugilistici, capace di non trascurare anche il minimo ed apparentemente trascurabile aspetto; a questo punto mi chiedo chissà cosa potrà riuscire ad ospitare nei prossimi anni ad Ugento. Dal punto di vista tecnico, gli elogi e le tirate d’orecchie si dividono equamente; parto dai gemelli Cordella: molto bene Damiano, mentre Nicola (campione italiano Schoolboy 2012) avrebbe potuto far meglio e, a mio avviso, un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Sono soddisfatto per Specchia e per il “solito” Carafa (capace di infiammare il pubblico di casa), mentre Argano ha pagato una preparazione discontinua e non adeguata per un pugile che ambisce a qualcosa di importante. Complimenti anche al leccese Guarascio. Manco, infine, dopo 20 secondi della seconda ripresa (erano previsti sei round) ha messo ko l’avversario ungherese, grazie ad un perfetto montante sinistro. Sono felice anche perché Manco insisteva con il destro, mentre proprio dall’angolo insieme al mio collaboratore Carmine Conte, abbiamo consigliato di colpire con il sinistro: Andrea è stato bravo e tempestivo a cogliere il suggerimento, costringendo Szekeres, a cedere le armi. Dopo due vittorie, giunte al termine delle sei riprese, domenica scorsa per Manco, è giunta la prima vittoria ko; adesso si spera che nel 2013, si possano raggiungere ambiziosi traguardi. Infine – conclude Stifani – oltre a Totò Carafa, voglio ringraziare l’intero staff della BeBoxe, grazie al quale è possibile realizzare queste manifestazioni di cotanto spessore».

Esibizione

Francesco Magrì, Junior kg 57,5 (Pugilistica Quero-Chiloiro, Taranto) vs Hamar Roland Elite kg 61 (Ungheria)
Fuori Programma
Damiano Cordella, Schoolboy kg 47,5 (BeBoxe Copertino) vs Giacomo Di Staso Schoolboy, 46,5 (Pugilistica Taralli, Foggia): vittoria ai punti per Cordella;
Nicola Cordella, Schoolboy kg 47,5 (BeBoxe Copertino) vs Andrea Pepe Schoolboy, 51 (Pugilistica Taralli, Foggia): vittoria ai punti per Cordella;
Antonio Camilli Elite IIIª Serie kg 79 (Salento Boxe, Lecce) vs Giulio Semeraro Elite IIIª Serie kg 80,5 (Pugilistica Rodio, Brindisi): vittoria ai punti per Camilli.

Italia vs Ungheria
Angelo Perrone, Youth kg 50 (BeBoxe, Copertino) vs Kristof Kovacs, Junior kg 51(Ungheria): vittoria ai punti per Kovacs;
Cristian Specchia, Youth kg 74,5 (BeBoxe, Copertino) vs Tamas Balog, Elite kg 70 (Ungheria): vittoria ai punti per Specchia;
Antonio Guarascio, Elite IIª Serie kg 87 (Amici del Pugilato, Lecce) vs Tamas Acs, Elite kg 89 (Ungheria): vittoria (alla seconda ripresa) per RSCH di Guarascio;
Vincenzo Argano, Elite IIª Serie kg 77,5 (BeBoxe, Copertino) vs Ivanyi Lazlo, Youth kg 74 (Ungheria): vittoria ai punti per Lazlo;
Giuseppe Carafa, Youth kg 62 (BeBoxe, Copertino) vs Mihaly Szalontai, Youth kg 65 (Ungheria): vittoria ai punti per Carafa.

Incontro professionistico (categoria Superwelter)

Andrea Manco, kg 71,5 (OPI 2000) vs Laszlo Szekeres kg 70 (Lauri Promotion): vittoria per ko (dopo 20 secondi della seconda ripresa) di Manco.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici + 1 =