Hanno cosparso il cofano della sua auto di benzina, poi hanno acceso un petardo, nella speranza che potesse innescare le fiamme. Fortunatamente, l’attentato non è andato in porto, ma è mistero a Squinzano, dove la Peugeot 306 di un 33enne è finita nel mirino dei malviventi.

 

Tutto è accaduto intorno alle 22 di ieri sera, in via D’Amicis, nel comune nord salentino, quando l’esplosione di un petardo ha attirato l’attenzione del proprietario. Uscito fuori dalla sua abitazione, il 33enne, incensurato, ha scoperto che sulla sua auto era stato piazzato e fatto esplodere un petardo, ma anche che ignoti avevano cosparso di benzina il cofano della sua Peugeot 306: l’esplosione del rauto avrebbe dovuto innescare le fiamme, ma così non è stato.
La zona è stata successivamente raggiunta dai carabinieri della stazione di Squinzano e dai colleghi della compagnia di Campi Salentina, che hanno provveduto ad ascoltare l’operaio, avviando così le indagini. L’uomo, tuttavia, non avrebbe fornito ai militari elementi utili all’individuazione dei responsabili.
Non è escluso che l’episodio possa essere collegato a qualche ritorsione. Nella zona non sono presenti telecamere.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque − 4 =