L’anti-vigilia del match di Carpi ha lo sguardo determinato di Jeda. L’attaccante brasiliano ha parlato in conferenza stampa della sua condizione fisica e del momento difficile dei giallorossi. Il classe ’79 ha indicato la vecchia guardia come chiave di volta alla risoluzione della mini-crisi che ha colpito la compagine guidata da Franco Lerda.

“Adesso mi sento bene e voglio dare il mio contributo alla squadra. Mi sento più sicuro nei movimenti e non ho paura di farmi male, per cui sento di poter offrire prestazioni migliori. Sono a disposizione del mister e gioco dove lui riterrà opportuno, ma se dovessi scegliere preferirei giocare da prima punta. La squalifica di Foti potrebbe essere un’opportunità per potermi esprimere, in questo momento il Lecce ha bisogno di gol e concretezza e noi senatori dobbiamo dare quella scossa che possa permettere alla squadra di uscire da questo brutto periodo. In quanto al Carpi – ha concluso il centravanti sudamericano – si tratta di una squadra tosta che lotta su ogni pallone. È un avversario che subisce poco, il quale, ha trovato in Arma l’attaccante capace di finalizzare al meglio il suo gioco”.

CONDIVIDI