Ferito al fianco da un colpo di pistola. È mistero sul ferimento di un 25enne di Lecce, Gioele Greco, residente nella marina di Frigole, avvenuto in serata nei pressi di in un’area di servizio Tamoil, sulla Cavallino-Caprarica. Il giovane è stato poi accompagnato in ospedale da qualcuno, che ha poi fatto perdere le sue tracce.

Il grave fatto di sangue, simile per certi versi al ferimento del 32enne leccese Davide Vadacca, è avvenuto intorno alle 20.30. Sul posto, per le indagini, i carabinieri, che hanno rinvenuto e sequestrato un bossolo, di cui al momento non è noto il calibro, ritrovato nei pressi di un’auto elettrica, probabilmente utilizzata dal giovane per raggiungere l’area di servizio. Gioele Greco risulta già noto alle forze dell’ordine: nel 2010 fu arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Accompagnato da qualcuno presso l’ospedale Vito Fazzi, il giovane non è in pericolo di vita. Le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni nei medici del nosocomio leccese.
Maggiori dettagli nelle prossime ore

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 − 1 =