Il rame sempre di più nel mirino dei ladri, ma questa volta a uno di loro è andata male, è stato infatti sorpreso con i vasi rubati nel cimitero. Per questo motivo, per D.M., quarantenne di Leverano, già noto alle forze dell’ordine, è scattata la denuncia a piede libero perché ritenuto responsabile di ricettazione.

Dalle indagini svolte erano emersi degli elementi indiziari a suo carico, in relazione al furto di oggetti in rame, avvenuto nel cimitero di Vernole. Per queste ragioni, i  carabinieri di Leverano hanno proceduto alla perquisizione personale e veicolare dell’uomo ritrovando più di cinquanta vasi cimiteriali. L’operazione, estesa anche alla sua abitazione, ha consentito ai militari di scoprire circa un quintale di rame, tagliato in piccoli pezzi ed occultati in maniera ordinata in più scatole. Da un primo esame è emerso una diversa provenienza di questi oggetti. Si tratta infatti di parti di tubi, ringhiere, matasse di fili elettrici ed altro ancora in fase di catalogazione per accertare l’origine della loro provenienza. Per questa ragione sono stati sequestrati e sono adesso a disposizione degli inquirenti che hanno informato l’Autorità Giudiziaria.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 + nove =