Si sta svolgendo in queste ore l’autopsia sul corpo di Erik Carrozzo, il 16enne di Melendugno, deceduto all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, nel pomeriggio di sabato per l’aggravarsi del suo stato di salute.

Il medico legale, Roberto Vaglio, ha effettuato l’esame così come disposto dal magistrato Emilio Arnesano sulla scorta di un esposto presentato in procura dai familiari della vittima. La famiglia del ragazzo ha nominato un consulente di parte, il dottore Mazzeo di Melendugno per partecipare all’autopsia. Per ora, così come dichiarato da alcuni parenti presenti questa mattina al terzo piano del tribunale, non viene ipotizzata alcuna responsabilità a carico dei medici. I familiari di Carrozzo intendono seguire semplicemente l’evolversi dei fatti. Il giovane, a poche ore dal suo decesso, aveva annunciato su Facebook che se la terapia fosse andata bene tra cinque giorni sarebbe tornato a casa. Sul social network la notizia della morte del giovane è rimbalzata in pochissimo tempo e ha gettato nello sconforto un’intera comunità. Il caso per conto della famiglia del giovane è seguito dall’avvocato Ilaria Montinaro.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 3 =