Bocche cucite dinanzi al gip Ines Casciaro per i componenti della presunta banda specializzata in rapine e nel traffico di droga smantellata con un blitz nella notte tra mercoledì e giovedì dai carabinieri della Compagnia di Maglie.

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, oltre ai fratelli Stasi, nei guai sono finiti: Giuseppe Castelluzzo, 31enne leccese, già detenuto, Carlo Chiarillo, 25 anni, di Gagliano del Capo, in carcere, Vito William Gravante, di 31, Daniele Marra, di 25, Antonio Rollo, di 24, Marco Sabato, di 23 e Alberto Vincenti, di 21, tutti di Ruffano. Associazione a delinquere finalizzata alle rapine, associazione finalizzata al traffico di droga, spaccio, detenzione di armi e l’incendio di due mezzi, sono le accuse su cui batte la Procura e che hanno convinto il gip Ines Casciaro ad accogliere il lavoro d’indagine dei carabinieri della Compagnia di Maglie. Gli arrestati sono difesi dagli avvocati Walter Gravante, Cosimo Rampino, Silvio Caroli, Vincenzo Del Prete, Alfredo Cardigliano, Giuseppe De Luca e Giancarlo Zompì.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 4 =