Trasferta di Fasano amara per l’Andrea Pasca Nardò: i neretini, infatti, perdono 65-64 al termine di una partita molto equilibrata. Di seguito il comunicato della società salentina:

Si ferma ad undici la serie di vittorie consecutive dell’Andrea Pasca Nardò che viene fermato dal Fasano. Eppure la gara per i granata sembrava incanalarsi sul binario giusto, avanti di 14 lunghezze a metà secondo quarto, ma successivamente tutto è girato storto per la squadra di coach Stefano Manfreda. Onore e merito al Fasano di coach Colucci per non aver mollato mai, credendo nell’impresa lottando su ogni pallone sino al 40° minuto.

La gara, i padroni di casa si presentano alla prima palla-due con: Santoro, Rosato, Masi, Risolo e Persichella, risponde Nardò con: Colella, Spada, Manca, Bjelic e Dell’Anna D. Pronti-via ed è subito un bel testa a testa. Neretini che provano a scappare con Michele Colella e Riccardo Spada, subito raggiunti da Masi e Santoro. Ma a fil di sirena è Alessandro Manca ha firmare il +4 Nardò, chiudendo così la prima frazione sul: 21-25.

Secondo quarto, il Nardò riparte con: Colella, Spada, Durante, Manca e Bjelic. Goran Bjelic, seppur gravato di falli, trova buone percentuali sotto le plance (4/4 nel secondo quarto) ben coadiuvato da Manca e Durante. Nardò diventa spietato e a metà frazione tocca le 14 lunghezze di vantaggio: 40-26. In pochi minuti i granata disfano il buon vantaggio acquisito. Il team di casa va a nozze trascinato dall’entusiasmo del Tensostatico di Via Galizia. Break Fasano di 8-0, che cambia il corso della partita. Santoro è scatenato mentre Risolo, Sibilio e Rosato completano l’opera e rosicchiano altri punti al Nardò. Davide Ferilli fa 1/2 al tiro libero, interrompendo il trend positivo fasanese, 34-42 e nei minuti finali su uno svarione difensivo granata, ancora Mauro Santoro firma il -6, con il quale le due squadre vanno al riposo lungo sul punteggio di: 36-42.

Al ritorno in campo, coach Manfreda opta per la zona in difesa e con il quintetto: Colella, Spada, Ferilli, Bjelic e Dell’Anna D.
E’ Fasano a fare la partita, Nardò trova scarsa fortuna al tiro e i locali puniscono. Break Fasano 10-0, i granata firmano solo 8 punti nel terza frazione con Bjelic e Daniele Dell’Anna. Persichella e compagni chiudono meritatamente in vantaggio la terza frazione: 55-50.

Ultimo quarto, Nardò accantonata la zona, ritorna in campo con il quintetto pesante: Colella, Spada, Manca, Bjelic e Dell’Anna D. Colella e Bjelic suonano la carica, Nardò torna in partita, mancando il sorpasso in ben due occasioni successivamente con Fabrizio Durante in campo al posto di Spada. Ma questa volta e Goran Bjelic a firmare il sorpasso 59-61.

Ultimi secondi di gara al cardiopalma, su ribaltamento di fronte Mauro Santoro dai 6.75 m firma la doccia fredda per gli ospiti: 62-61. Nardò presa la mazzata, non s’arrende, capitan Dell’Anna firma il controsorpasso 62-63.

Possesso Fasano, il play Santoro, con Nardò in bonus, subisce fallo e dalla lunetta del tiro libero fa 2/2, 64-63 Fasano e time-out Nardò a 30″ dalla fine. Nardò riorganizzate le idee parte all’attacco. Manca dalla lunetta del tiro libero fa 1/2, Nardò pareggia 64-64, e quando tutto sembra presagire l’arrivo dei supplementari, viene fischiato un dubbio fallo a Manca. Ancora Santoro giustiziere questa volta l’1/2 è decisivo per Fasano. Nardò non capitalizza l’ultimo possesso e alla sirena finale esplode di gioia il tensostatico fasanese. Fasano 65-Nardò 64.

Nardò che chiude così ad 11 la serie positiva. Una sconfitta meritata da parte degli uomini coach Stefano Manfreda, che aldilà dell’episodio dubbio finale, non hanno avuto dalla loro un gran serata in fase realizzativa vedi il 19/34 da 2 e il 4/17 da 3 punti. Una serata sicuramente non positiva, da dimenticare in fretta, in vista dello scontro diretto di domenica al Pala Giannone tra l’Andrea Pasca Nardò e il Ceglie.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 4 =