Convalidato il sequestro preventivo della casa a luci rosse scoperta agenti della polizia municipale la settimana scorsa. Il decreto è stato emesso in mattinata dal giudice delle indagini preliminari Ines Casciaro, su richiesta del sostituto procuratore Giuseppe Capoccia, titolare del fascicolo d’indagine.

In tre giorni di servizio di osservazione, avviato in seguito alle numerosissime segnalazioni dei residenti della zona, i vigili hanno notato uno strano viavai da un’abitazione in via Manifattura Tabacchi. Nel corso del blitz, dentro l’appartamento è stata trovata una prostituta, con un suo cliente. La donna, di origini brasiliane, ascoltata dagli investigatori ha raccontato di essere giunta a Lecce da Caserta, dove prima svolgeva lo stesso mestiere. All’esterno dell’alloggio è stato fermato un uomo, che ha spiegato di essere addetto a fare la spesa e a svolgere determinate mansioni per garantire alla ragazza le cose di cui ha bisogno.

La proprietaria dell’abitazione, anche lei di origini brasiliane, è stata quindi iscritta sul registro degli indagati con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione.

 

Nella Foto: Vico dei Rivola

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + undici =