E’ stato condannato a quattro anni di reclusione Alberto Russo, 28enne di Campi Salentina, arrestato il 25 settembre scorso sull’autostrada Torino-Piacenza perché trovato in possesso di ben cinque chili e 200 grammi di cocaina nell’auto sulla quale viaggiava.

La sentenza è stata emessa dal gup del Tribunale di Asti, nel processo celebratosi in abbreviato, celebratosi nei giorni scorsi. Il giovane, figlio di Tonino, ucciso nel ’99 perché avrebbe “tradito” il gruppo capeggiato da De Giovanni, venne bloccato all’altezza di Villanova d’Asti. Il controllo nell’abitacolo consentì di sequestrare la droga e per il 28enne si spalancarono le porte del carcere. La partita di droga, secondo gli investigatori, era destinata a raggiungere il Salento e il giovane avrebbe fatto parte di un’organizzazione più ampia sulla quale la Procura di Lecce ha avviato una serie di accertamenti per comprendere da chi sia composta.