Allenatore, giocatore, membro del Consiglio Direttivo del Cus e all’ocorrenza magazziniere. Fabio Manta è il factotum del Cus Lecce Rugby e il vero emblema di una squadra che incarnalo spirito di un uomo capace di guidare i suoi ragazzi sino
all’apice della classifica.

L’ultimo trionfo ottenuto sul campo del Bernalda, gara valida per la quarta giornata di ritorno del campionato di serie C Girone 2 Puglia-Basilicata, è valso l’undicesimo successo consecutivo in altrettante gare disputatedalla compagine salentina, che non cede il passo all’avversario dallo scorso 6 novembre 2011 contro il Foggia. Un’imbattibilità iniziata nella passata stagione e proseguita in quella attuale, che ha consentito alla banda Manta di annullare sul campo gli otto punti di penalizzazione di inizio campionato e di candidarsi come la principale favorita per la promozione in serie C Elite. Il fardello della penalità che grava sulle spalle della squadra leccese è figlia dell’assenza di un settore giovanile che, secondo il regolamento, non consente al Cus Lecce di effettuare il salto immediato dalla serie C alla B costringendo i ragazzi di Manta a iniziare il campionato ogni anno con l’handicap della penalizzazione.
La vittoria a domicilio ottenuta contro il fanalino di coda Bernalda  con un perentorio 15-0, ha permesso ai salentini di mantenere la testa del girone e di conservare i due punti di vantaggio sul Santeramo. Fabio Manta si è reso soddisfatto ed orgoglioso della cavalcata dei suoi ragazzi: “ mancano ancora tre partite al termine della competizione e vogliamo centrare l’obiettivo della promozione. Ci attende l’ostica trasferta in terra barese contro la Federiciana e le ultime due gare dove ospiteremo Santeramo e Matera. La gara di Bernalda, nonostante la vittoria, è stata la peggiore prestazione stagionale a causa di un approccio
balbettante e all’assenza di alcuni giocatori. Pe il rush finale – ha proseguito Manta – mi auguro di recuperare alcune pedine fondamentali come De Blasi, Ricciato e Amicucci. Quest’anno siamo stati falcidiati dagli infortuni e spero che la squadra continui resistere sino alla fine per perseguire tutti insieme l’obiettivo della promozione”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 + 14 =