Il mare magnum del mercato giallorosso ha l’aria di diventare presto un oceano in tempesta. Dai noti mugugni di Chevanton alla mancata convocazione di Giacomazzi  passando per la sfilza di opinabili scelte tecniche di mister Lerda,

la famiglia Tesoro, a pochi mesi dall’acquisizione della società, è già alla prese con il primo grande interrogativo della sua gestione: moderazione o rivoluzione? Il mistero si infittisce. Lo strano caso Cortelezzi, il vociferato ritorno di David Di Michele e le possibili partenze di bandiere come Chevanton e Giacomazzi, continuano a ingigantire aloni di mistero sulla finestra di questo sibillino mercato invernale. Fatta eccezione dell’arrivo di Gilberto Martinez (il giocatore si allena da una settimana con il gruppo ma ancora deve firmare l’agognato contratto) l’impressione che certi isterismi stiano prendendo il sopravvento, pare essere più di una semplice supposizione. Prediligere una linea conservativa all’insegna di un’apparente serenità è la tattica adoperata dai Tesoro, ma i prossimi impegni di campionato rappresenteranno l’ago della bilancia che, con ogni probabilità, daranno una svolta al mercato del Lecce. L’imminente sfida del Via del Mare che ospiterà il Cuneo di Ezio Rossi potrebbe scoprire le carte in tavola di Antonio Tesoro. Un successo rilancerebbe Franco Lerda e un gruppo di giocatori che non assapora il gusto della vittoria dallo scorso 25 novembre contro la Reggiana, mentre il solito pareggino o addirittura una sconfitta potrebbero improvvisamente far saltare il banco del tecnico di Fossano e rivoluzionare il parco giocatori attraverso interventi di mercato mirati e perentori. Se le lacune difensive messe a nudo da alcuni singoli come Diniz si spera vengano colmate dall’arrivo del buon Martinez, nel reparto avanzato il nome più caldo in uscita è quello di Jeda. La società in tempi recenti ha escluso la partenza del brasiliano, ma le prestazioni non all’altezza del suo oneroso ingaggio lasciano presagire all’addio. Svariati i nomi del futuro rimbalzati tra le mura di via Templari: Eusepi, Cortelezzi e il possibile ritorno di David Di Michele solo per citarne alcuni. Le dichiarazioni d’amore a tinte giallorosse del bomber di Guidonia hanno fatto breccia in un ambiente ancora alla ricerca di quel trascinatore in grado di garantire gol in quantità industriale. Verrebbe da chiedersi:  e Chevanton? La situazione dell’illustre uruguaiano potrebbe essere avvolta da verità apparenti e misteri non svelati. Il giocatore è arruolabile da oltre un mese e continua a dare il massimo durante gli allenamenti, ma nonostante il suo ritorno in campo sia coinciso con le latitanze dei suoi colleghi di reparto, mister Lerda ha preferito utilizzare col conta gocce l’idolo giallorosso. Lo sfogo di Cheva nel post-gara di Lecce-Albinoleffe rimbomba ancora nella testa dei tifosi come le ultime indiscrezioni sul conto di Guillermo Giacomazzi.  Il capitano dopo lo smacco ricevuto da Lerda per la mancata convocazione di domenica scorsa è al centro di alcune voci di mercato che lo proietterebbero in direzione Padova con un biglietto di sola andata. Staremo a vedere. La tempesta dell’oceano giallorosso non è ancora cominciata e non è detto che avrà necessariamente inizio, tuttavia, si spera che i Tesoro abbiano le “soluzioni salvagenti” per evitare il naufragio. 

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.