La “Fòcara”, il fuoco più grande del bacino del Mediterraneo, è pronto a bruciare domani mercoledì 16 gennaio, a Novoli (Lecce) nel cuore del Salento in occasione delle celebrazioni della festa di Sant’Antonio Abate, patrono della città.

Ultimata la costruzione del falò di 25 metri di altezza e 20 metri di diametro, eretto con migliaia di fascine di tralci di vite secchi arrivate da tutta la regione nel piccolo paese nel cuore del Salento e sapientemente assemblate con tecniche antichissime, tramandate gelosamente di padre in figlio. Una tradizione secolare che si ripete ogni anno e che vede una lunga preparazione: dall’8 dicembre, a Novoli, inizia la costruzione del grandissimo falò che si chiude con la sua accensione la sera del 16 gennaio, vigilia della festa del Patrono e giorno in cui la “Fòcara” è la vera e unica protagonista.

Domani mercoledì 16 gennaio alle 10 in Piazza Tito Schipa si compierà il rito antichissimo della bardatura che vede una catena umana issare sulla cima del falò l’immagine di Sant’Antonio. Oltre al Comitato Festa, al parroco don Giuseppe Spedicato ed al sindaco di Novoli Oscar Marzo Vetrugno. parteciperanno le autorità civili e militari e l’intera comunità locale. Nel primo pomeriggio della stessa giornata (ore 15) sul sagrato della Chiesa di Sant’Antonio si celebrerà la benedizione degli animali e a seguire la processione con la statua del Santo Patrono, Sant’Antonio Abate. Alle 20 poi un avvolgente fuoco pirotecnico accompagnato da musica, innescherà l’accensione de “La Fòcara”.

Il Fòcara Festival che vedrà protagonisti artisti provenienti da ogni parte del mondo quest’anno presenta una novità. Il tradizionale concerto che anima la festa si terrà in due giorni: la notte del 16 sul palco Mory Kanté, Enzo Avitabile & Bottari, Raiz, Balkan Beat Box mentre quella del 17 Sud Sound System insieme a  Asian Dub Foundation.

L’edizione 2013 vedrà insieme Novoli e Oria che coniugano la preziosa storia delle importanti tradizioni locali, Torneo dei Rioni e la Fòcara, per contribuire a promuovere la cultura immateriale  di Puglia  in ambito nazionale ed internazionale. La delegazione della Città di Oria parteciperà all’accensione della Fòcara promuovendo le bellezze ed i costumi locali con gli sbandieratori ed i Gonfaloni dei 4 Rioni, Lama, Castello, San Basilio e Judea di Oria.

Grande spazio all’arte: una mostra dedicata a Ugo Nespolo autore del “manifesto d’autore” e dell’installazione sulla Fòcara 2013. In mostra anche gli scatti di Mario Cresci che documentano l’edizione 2012 della festa, mentre Letizia Battaglia partecipa all’evento come Premio Fòcara Fotografia 2013. 

Tutte le fasi salienti della festa potranno essere seguite sul portale dedicato all’appuntamento dell’inverno salentino, consultabile all’indirizzo www.fondazionefocara.com.

Il portale è stato realizzato da ClioCom, fornitore qualificato RUPAR SPC e partner tecnologico della Fondazione Fòcara di Novoli.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 4 =