Le dichiarazioni al veleno del presidente Savino Tesoro al termine della gara San Marino-Lecce in merito all’ ostruzionismo di certi giocatori ha suscitato le reazioni veementi di Ferrario prima e Legittimo poi.

Il noto social network Twitter si è reso protagonista dello sfogo di Stefano Ferrario, il quale, spiega in alcune righe di voler querelare il numero uno giallrosso. Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate dal difensore: “Io sottoscritto calciatore del Lecce, Stefano Ferrario , ritengo doveroso stigmatizzare le dichiarazioni del signor Savino Tesoro, presidente del Lecce, rese al termine della gara San Marino-Lecce. Considerò le frasi del signor Tesoro offensive, gravi e lesive della mia dignità e della mia professionalità. Da giocatore del Lecce ho sempre onorato l’impegno contrattuale e rispettato le scelte fatte da società e tecnico, pertanto non posso accettare di essere pubblicamente additato come responsabile di eventuali momenti di difficoltà della squadra. Ritengo inoltre scorretto che vengano resi pubblici i contenuti relativi a singoli contratti in essere con l’Us Lecce, riferendo peraltro cifre non rispondenti al vero a fini chiaramente strumentali. Per quanto esposto, tutelero’ la mia immagine in ogni sede continuando a garantire nello stesso tempo il massimo impegno per la causa del Lecce”.
Il corposo virgolettato di Ferrario ha preceduto quello di Matteo Legittimo, che non ha condiviso le dure parole del patron Tesoro esprimendo il suo dissenso attraverso il suo profilo Twitter: ““Io sottoscritto calciatore del Lecce, Matteo Legittimo , ritengo doveroso stigmatizzare le dichiarazioni del signor Savino Tesoro, presidente del Lecce, rese al termine della gara San Marino-Lecce. Considero le frasi del signor Tesoro strumentali, offensive, gravi e lesive della mia dignità e della mia professionalità. Da giocatore del Lecce ho sempre onorato l’impegno contrattuale e rispettato le scelte fatte da società e tecnico, pertanto non posso accettare di essere pubblicamente additato come responsabile di eventuali momenti di difficoltà della squadra. Per quanto esposto, tutelero’ la mia immagine in ogni sede continuando a garantire nello stesso tempo il massimo impegno per la causa del Lecce”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 1 =