Sconcerto e rabbia a Porto Cesareo, dove nella notte ignoti hanno dato alle fiamme la Focara, allestita sul lungomare in onore di Sant’Antonio Abate. L’accensione della grande pira era prevista per stasera, ma alcuni vandali hanno pensato di rovinare la festa.

L’episodio è avvenuto intorno alle 5 del mattino, quando è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. Purtroppo, le fiamme avevano ridotto in cenere quasi completamente la pira. Se si sia trattato di un atto vandalico fine a sé stesso lo stabiliranno le indagini dei carabinieri della stazione locale, intervenuti sul posto per svolgere i rilievi. Tuttavia, nel recente passato, a Porto Cesareo non sono mancati episodi inquietanti ai danni di esponenti politici e professionisti, come accaduto a novembre dello scorso anno, quando alcuni malviventi fecero saltare in aria l’auto della moglie del sindaco Albano.
Il primo cittadino, in mattinata, si è recato lungo la litoranea per constatare con i suoi occhi i danni riportati dalla focara. Insieme al comitato organizzativo della festa, si è deciso di non annullare la manifestazione. Non è escluso che venga ricostruita, tra qualche giorno, u na nuova grande pira… perché non c’è nulla che possa fermare le tradizioni popolari.