Tentato furto aggravato in casa nonostante la padrona fosse all’interno. Ivan Cuna, 24enne di Galatina, è stato condannato ad otto mesi di reclusione erimane in carcere. Antonio Giannini, 18enne originario di Scorrano, invece, dovrà scontare sei mesi, pena sospesa, ed è stato scarcerato.

Cuna e Giannini finirono nei guai dopo aver deciso di mettere a segno un colpo in appartamento in pieno giorno in vico Del Monte a Galatina domenica scorsa. L’immediato arrivo degli agenti di polizia consentì di immobilizzare Giannini mentre tentava di allontanarsi. Il complice invece era già riuscito a dileguarsi. Portato in caserma, Giannini, incastrato dalle telecamere di video sorveglianza, decise di collaborare con gli investigatori fornendo anche l’indirizzo del complice, poi identificato in Ivan Cuna. I due imputati erano difesi dagli avvocati Lavinia Gala e Fabrizio D’Errico.