Foto Giulio SchirosiSi propone come Progetto innovativo l’esposizione “Eames by Vitra”  organizzato dalla Designer d’interni Valentina Conoci, titolare di MAXXI Interior Design, uno spazio che tanto pregio conferisce alla nostra città barocca   e da Vitra Design Museum.

La mostra, inaugurata con grande successo lo scorso venerdì 11 Gennaio 2013, alle ore 18,30  nelle prestigiosa Sala Maria D’enghien del Castello Carlo V di Lecce, alla presenza di un folto e attento pubblico, tra rappresentanti delle Istituzioni e operatori del settore, professionisti, appassionati del design e quanti amano “vivere quello che succede in città”, è patrocinata dal Comune di Lecce, Assessorato alla Cultura e dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Lecce.

La dinamica e accurata esposizione, si percorre, dalla sala Maria D’ Enghien, che maestosa ci accoglie al primo piano, lungo le sale del Castello dove sono posizionati dei grandi cubi trasparenti all’interno dei quali, installate tutte le produzioni, mobili, sedute e oggetti, tra i più rappresentativi accompagnati da informazioni  sulla storia del design: Plastic- Wire- Alluminium Group- Lunge Chair- Plywood Group- Lobby Chair- Tandem Seating-Soft Pad.
Progetti sperimentati lungo gli anni dell’attività dei coniugi Eames, per rendere confortevoli e funzionali gli oggetti, i  mobili, e, soprattutto le “ sedute”, alla ricerca di gradevolezza estetica e tattile,  oltre ai requisiti ergonomici ideali,  accompagnati da resistenza  ed elevato grado di plasticità,  adatte  per gli uffici pubblici e gli aeroporti, per le sale  conferenza,  per  residenze e ambienti privati.

La serata del vernissage si è aperta con un breve dibattito sul tema “ The Eames Design Philosofy”, durante il quale sono intervenuti, in apertura, la curatrice designer Valentina Conoci che ha brevemente illustrato le finalità del Progetto sottolineando che il “momento espositivo informa e trasferisce il valore oggettivo della collezione VITRA”.
Un saluto è giunto poi dall’ Assessore alla Cultura  del Comune di lecce, Luigi Coclite che ha parlato di una scelta intelligente  e dal Sindaco Paolo Perrone che ha sottolineato l’enorme utilità di tale iniziativa che tende a “valorizzare la bellezza della contemporaneità che ben si incastona nell’architettura del passato”.
Ha fatto seguito un breve intervento di Massimo Crusi, presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Lecce che ne ha incoraggiato l’iniziativa ed elogiato l’intuizione.
In conclusione, una interessante e brillante conversazione è stata condotta da Vanni Pasca, presidente dell’Associazione Italiana degli Storici del Design,  il quale ha tratteggiato la breve storia sulla quale si fonda la filosofia Eames, sottolineando che l’incontro  degli statunitensi Charles e Ray Eames , l’uno architetto l’altra, artista alla Cranbrook Academy of Art, avvenuto a metà degli anni 30, fu decisivo per la nascita e lo sviluppo del design contemporaneo. Essi svilupparono l’idea secondo cui i migliori standard di vita passano attraverso un buon design.

“L’opera di Charles & Ray Eames si distingue per la qualità e per la molteplicità delle produzioni, all’apice delle quali  si colloca il design di prodotti d’arredamento.
I coniugi studiano e sperimentano dando vita a due tecniche di produzione innovative: lo stampaggio del compensato in curve complesse e la saldatura ad arco, che permetteva di unire legno e metallo. Altro filone sperimentato con successo è stato quello della plastica e dell’alluminio, sempre alla ricerca di un equilibrio tra forma e tecnica”.
Le loro ricerche e sperimentazioni, ha concluso, Vanni Pasca, hanno contribuito allo sviluppo di molte aziende di Design come la svizzera Vitra, con la produzione dei loro modelli e la fondazione  del Vitra Design Museum.

Foto Giulio SchirosiAbbiamo catturato, durante il vernissage, che si concludeva con la visita alla mostra accompagnato da un cocktail, l’“anima”  di “Eames By Vitra”, la designer  Valentina Conoci la quale, con sincera disponibilità ed emozione, si è resa disponibile per  una veloce chiacchierata

– Contenta di tanto successo?
=Naturalmente sì, perché così tanto, mi giunge  inaspettato!

-Dopo la Triennale di Milano la mostra… giunge a Lecce
=Sì, per me è motivo di orgoglio aver portato una mostra così significativa e unica per Lecce

-Da cosa è stata spinta?
= devo ringraziare quanti hanno creduto in me, ma prima di ogni cosa la forte passione per il design, perché, in definitiva, sono certa che la passione quando è forte smuove anche le montagne

-Da dove giunge questa passione?
=Credo sia nata e sviluppata proprio nell’ambito della mia famiglia che mi ha insegnato i valori della cura, del rispetto delle cose, e del dettaglio. E il design non è solo cultura, ma si può vivere e circondare da questi oggetti

-In sintesi, Charles Eames e la moglie Ray intendevano coniugare il bello al confortevole, come sottolineato da Charles in una pubblicazione dedicata alla sua attività: “Riconoscere un bisogno e capirne le ragioni è la condizione che sta alla base di ogni atto creativo. Quando si pensa di doversi esprimere solamente per dimostrare la propria originalità, non si fa un gesto creativo. Invece quando si affronta un problema e se ne comprendono le dinamiche, allora la creatività si mette all’opera.”
Sicuramente, da questo presupposto ben si coniuga lo slogan del “tuo MAXXI”
=Sì certamente. Il MAXXI  è una mia creatura ed è il frutto di una comprovata esperienza  dove design, qualità e funzionalità sono i presupposti di uno spazio abitativo personalizzato per rendere il proprio ambiente unico e intramontabile. Da qui lo slogan: “Uno spazio vuoto non va riempito… ma arredato”;

-Perché MAXXI?
=Un omaggio alle donne che hanno sfidato il tempo, e mi  riferisco  all’architetto Zaha Hadid, fondatrice del Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, il MAXXI, per l’appunto.

Abbiamo ringraziato e lasciato ai suoi  tanti e interessati ospiti e alle sue meritate emozioni, la giovane e frizzante designer.

Lasciamo il Castello convinti che è la  Cultura a migliorare la qualità della vita, per questo occorre promuoverla, incoraggiarla e sostenerla in tutte le sue sfaccettature, e che Lecce è una città intelligente e si aspetta da ognuno di noi, addetti ai lavori e non, un importante e serio contributo!

La Mostra “Eames by Vitra” sarà aperta fino al 30 Gennaio 2013 – Castello Carlo V, via XXV Luglio – Sala Maria D’Enghien, 1° piano.
Orari di apertura: dal Lunedì alla Domenica  9:00-13:00/16.30-20.30

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 3 =