Una consulenza per accertare causa e dinamica dell’incidente in cui, lo scorso 17 novembre, perse la vita Giuseppe Parente, 85enne di Nardò. E’ quanto ha disposto il sostituto procuratore Francesca Miglietta che ha conferito l’incarico all’ingegnere Angelo Nocioni.

Le operazioni peritali scatteranno il prossimo 17 gennaio. L’incidente si verificò Alle porte di Nardò sulla strada a ridosso del cimitero comunale. L’anziano era in sella alla sua bicicletta quando venne raggiunto da una motoape condotta da Pantaleo D’Aprile. L’urto fu piuttosto violento e l’anziano morì a distanza di alcuni giorni. Per presunte negligenze dei medici nel prestare le cure all’anziano nello stesso fascicolo sono stati iscritti i nomi di due medici dell’ospedale di Gallipoli. Rispondono di omicidio colposo così come D’Aprile. Il magistrato è in attesa di conoscere gli esiti della perizia. L’indagato è difeso dall’avvocato Anna Sabato. I familiari della vittima, invece, da Giuseppe Bonsegna.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − nove =